«Cerco casa sui vostri laghi»

La Prealpina - 26/07/2017

Il mattone cresce: cresce in Italia e anche nel Varesotto, intercettando una timida ma evidente ripresa economica. Il territorio, inoltre, può contare su una presenza storica, quella dei turisti internazionali che, magari dopo una bella vacanza qui, decidono addirittura di trasferirsi o di aver una base fissa per i futuri soggiorni. Il fenomeno delle seconde case, in particolare sul Verbano, esiste da sempre, ma adesso c’è un rinnovato fermento, come conferma il presidente di Fimaa Italia e Varese, Santino Taverna, a margine del convegno organizzato ieri nella sede Ascom proprio dalla Federazione italiana mediatori agenti d’affari.

«Il mercato immobiliare è in netta ripresa – sottolinea -. Il numero di compravendite è aumentato rispetto al picco negativo toccato del 2013, anche se bisogna sempre ricordare che in queste cifre rientrano purtroppo le tante case finite nelle aste giudiziarie per l’impossibilità a far fronte alla rata di mutuo. È un’eredità pesante della crisi che ha mandato in default le famiglie».

Altro elemento non proprio positivo è la mancata stabilizzazione dei prezzi: «Il mercato è di offerta e non di domanda, quindi i costi tendono a scendere – aggiunge Taverna, numero uno dell’associazione a livello nazionale e provinciale -. Il ribasso non aiuta l’economia ma nello stesso tempo consente di fare affari incredibili in caso di acquisto. Mai come adesso è conveniente comprare una casa, complici i tassi d’interesse sui mutui arrivati ai minimi storici».

Un quadro con luci e ombre, che però nel nostro territorio si accende come il sole sulle onde. Perché le compravendite sono sostenute anche dal forte interesse estero, in particolare da parte dei tedeschi: «I turisti sono innamorati dei nostri laghi e, anche se spesso noi diamo per scontato questo territorio, visto con i loro occhi è ancora più incantevole e invidiabile – ribadisce lo storico agente immobiliare -. Se il passato è stato caratterizzato dall’espansione industriale, ora abbiamo tanti vantaggi da sfruttare come paesaggio. I prezzi sono molto più bassi di Milano e anche del vicino lago di Como, a cui non abbiamo nulla da invidiare come bellezze. Non ci manca niente, anzi, e grazie a questo fatto siamo diventati una valida alternativa nell’acquisto delle seconde case. Abbiamo i laghi, il verde, lo sport, la natura, le isole da visitare». Un’altra caratteristica della sponda lombarda è l’accesso via acqua.

«Tanti comuni rivieraschi si sono dotati di strutture per l’attracco delle barche ed è un fatto molto importante per dare un’offerta turistica completa – dice il presidente di Fimaa -. Con la Camera di commercio stiamo parlando per arrivare a capire come rendere ancora più appetibile un territorio che ha già molte vocazioni. E lo faremo grazie alla prossima edizione della Casa in piazza: Varese viene già scelta come buen retiro da milanesi e turisti, nonostante evidenti difficoltà infrastrutturali come l’accesso dall’Autostrada dei laghi. Eppure a migliaia arrivano dalla Svizzera o dalla Germania. Per loro questo è un paradiso. A volte noi abbiamo bisogno che qualcuno ce lo ricordi».