Castiglione Olona – Apre il vigneto della Collegiata

La Prealpina - 03/09/2021

Domenica 5 settembre la Collegiata apre le porte della sua preziosa vigna ai visitatori. Per tutti coloro che lo desiderano sarà possibile visitare il vigneto e osservare da vicino i filari carichi di grappoli. Anche a Castiglione Olona ovviamente settembre è sinonimo di vendemmia. In tutte le parti di Italia ci si prepara a raccogliere l’uva che, dopo un attento percorso di trasformazione, diventerà vino; da molti questo rituale è considerato un miracolo e visto e considerato che in questo caso si tratta della Collegiata, qualcosa di “divino” c’è in effetti.

Grazie all’impegno di un cittadino, Francesco Nutricati, sui ronchi del monastero nel 2015 è tornata la coltivazione della vite. La sua grande passione per la viticultura ha fatto sì che il borgo ritrovasse il suo antico paesaggio costituito da vigneti da merlot. Con il passare degli anni la produzione del vino della Collegiata è aumentata significativamente e la famiglia ha deciso di offrire parte delle bottiglie prodotte al Museo in modo da sostenere delle iniziative benefiche.

Quest’anno le 100 bottiglie di merlot serviranno per aiutare l’Accademia di Musica e Arte “Tito Nicora” che da sempre è attiva sul territorio con diversi corsi che hanno lo scopo di avvicinare bambini, giovani e adulti alla musica. Le persone che decideranno di comprare il vino contribuiranno all’acquisto di strumenti musicali che l’Accademia mette a disposizione dei suoi studenti gratuitamente. «Un sentito ringraziamento alla famiglia Nutricati per il generoso pensiero di devolvere la beneficenza di quest’anno alla nostra Accademia», dichiara il Direttore dell’Accademia Luca Volontè. «Da sempre, la nostra scuola fornisce in comodato d’uso gratuito una pluralità di strumenti musicali che difficilmente gli allievi riuscirebbero a reperire autonomamente. Questa iniziativa benefica ci sarà dunque di grande aiuto per accompagnare tanti piccoli musicisti nel loro percorso di studi e ci permetterà di supportarli al meglio nella loro crescita artistica e musicale». Il direttore del Museo Dario Poretti spiega che avvicinare le nuove generazioni all’arte è uno degli scopi principali di ogni museo.

«La scelta di sostenere la formazione musicale dei più giovani, riprende uno dei tratti più innovativi di quella che fu l’opera del Cardinal Branda e riannoda la realtà della Collegiata a quella dell’Accademia e del Corpo Filarmonico cittadino che già da mesi stanno collaborando in vista delle celebrazioni del sesto centenario che prenderanno il via il 7 gennaio 2022», conclude il direttore. L’accesso alla vigna sarà gratuito, avverrà dallo scalone di via Masolino da Panicale e sarà contingentato con obbligo di indossare la mascherina nel perimetro del vigneto pur essendo all’aria aperta. Il vigneto sarà aperto dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30.