Caronno Pertusella Mezzo milione per il palasport

La Prealpina - 20/12/2018

L’inizio del 2019 porterà una grande novità per le associazioni sportive che nei mesi scorsi hanno protestato per le infiltrazioni dal tetto del palasport: grazie al completo rifacimento della copertura, nella struttura non pioverà più e non saranno più a rischio gli incontri di campionato di volley e basket.

A annunciarlo è stato l’assessore ai Lavori pubblici Giorgio Turconi: «È in approvazione il progetto esecutivo che prevede opere per un importo di circa 366mila euro, che con Iva e incarichi vari arriva a quota 557mila. La gara verrà espletata al massimo ribasso. Questo è uno degli interventi più importanti che realizzeremo, basato su soluzioni progettuali avanzate per risolvere in maniera efficace il problema delle infiltrazioni».

Fino a oggi si è rimediato con soluzioni-tampone, ma era evidente che non si poteva continuare a così: c’era a rischio la stessa sicurezza dei giocatori, che rischiavano di scivolare sul parquet bagnato e di farsi male.

Giusto nella giornata di ieri, dopo la riunione della Consulta delle società sportive di martedì scorso, il presidente della società di basket Caronno Piergiorgio Ventura ha protocollato in municipio una lettera indirizzata al sindaco Marco Giudici e all’Ufficio Sport: «Chiediamo di farci sapere quale sia il punto sulla tempistica dell’appalto per la nuova copertura del tetto e domandiamo chiarimenti in merito a quanto scritto da Giudici sull’ultimo giornalino comunale». Il riferimento è alla palestra che sarà realizzata a Bariola, annessa alla nuova ala della scuola elementare: «Poiché è stato annunciato di volerla progettare per darla in uso alle associazioni sportive – spiega Ventura – ci pare strano che il sindaco metta in conto che possano non esserci soldi sufficienti e che in tal caso l’intervento verrebbe ridimensionato».

Piove anche nella palestra di via Capo Sile, al punto che l’Asd Volley ha presentato alla municipalità il conto dei danni dovuti alle infiltrazioni dell’acqua: 74 palloni, un impianto tubolare e una struttura di protezione per un importo di 3.766,53 euro.

Riconosciuto che il danno all’attrezzatura è stato effettivamente causato dalle infiltrazioni dal tetto, il Comune ha accordato un risarcimento di 500 euro.