Canottaggio – E si continua a remare

La Prealpina - 02/12/2019

Da Varese non si prescinde. Né adesso e nemmeno nei prossimi anni. La contea dei laghi continua a essere cruciale e centrale per il canottaggio. Lo ha confermato – se mai ve ne fosse ancora bisogno – il weekend appena trascorso, nel quale ai piedi del Sacro Monte si sono tenuti due importanti eventi: il consiglio federale timonato da Giuseppe Abbagnale e dal suo vicario, l’isprese Luciano Magistri, al Palace Hotel di Colle Campigli, e la conferenza nazionale degli allenatori alle Ville Ponti di Biumo Superiore. Due appuntamenti che hanno confermato e consolidato il saldissimo legame tra lo sport dei remi e il territorio, di cui si sono fatti interpreti la Camera di Commercio e la Canottieri Varese. Quasi quattrocento gli ospiti presenti, fra tecnici e dirigenti, tutti straordinariamente colpiti dal dato enunciato da Mauro Temperelli, segretario generale dell’ente camerale: nel 2018 sono stati 50mila i pernottamenti nel Varesotto legati al movimento del canottaggio. Un dato che si stima identico per quest’anno (tra poco verrà stilato il bilancio definitivo) e addirittura in aumento per il prossimo. «È stato sottolineato il legame tra economia e sport, nella duplice direzione, e in particolare le ricadute per il territorio», ha affermato Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio. Nel corso della mattinata di ieri, sempre nella Sala Napoleonica delle Ville Ponti, sono stati anche consegnati i rinoscimenti annuali della Federazione italiana canottaggio e ancora una volta il Varesotto è stato protagonista: come già annunciato su queste colonne, Giorgio Ongania, presidente della Canottieri Gavirate, ha infatti ricevuto il premio di dirigente dell’anno. Un segno importante, considerando che nel 2020 ricorrerà il sessantesimo anniversario di fondazione del sodalizio rossoblù. Nel frattempo si guarda ai prossimi anni, con la Schiranna sotto i riflettori. Il Lago di Varese ospiterà infatti nel 2020 la qualificazione europea a fine aprile (27-29) e la seconda prova della Coppa del Mondo a inizio maggio (1-3), nel 2021 gli Europei (28-30 maggio), nel 2022 i Mondiali Under 23 (21-23 luglio) e nel 2023 la seconda prova della Coppa del Mondo (16-18 giugno).