Campo di Calcinate, cantiere in “pista”

La Prealpina - 15/06/2016

La vecchia pista tirata a lucido e, al suo fianco, un nuovo impianto indoor che permetterà agli sportivi di allenarsi anche nelle condizioni meteo più estreme: si preannuncia una nuova vita per il campo di atletica di Calcinate degli Orrigoni, che sarà interessato da un’imponente opera di riqualificazione.

«Sono particolarmente contento di poter presentare i lavori a pochissimi giorni dalla chiusura del mandato: si tratta di un’importante eredità per i futuri amministratori di Varese, i quali si troveranno già altri progetti e altre iniziative avviate da questa Giunta» sottolinea il sindaco Attilio Fontana, che per rimanere in ambito sportivo annuncia «l’ufficiale intitolazione della torre d’arrivo delle regate alla Schiranna all’Associazione nazionale atleti olimpici Azzurri d’Italia».

Per l’assessore allo Sport Maria Ida Piazza, «l’attenzione del Comune verso il campo intitolato al professor Bellorini è sempre stata massima, come si denota anche dall’ampliamento della dotazione di personale a disposizione che ha permesso un allungamento delle fasce orarie di apertura».

Al suo fianco, il responsabile del settore Lavori pubblici nell’esecutivo di Palazzo Estense Riccardo Santinon ne sottolinea inoltre «la splendida posizione paesaggistica, con vista sul colle Campigli e sul Sacro Monte che rende questa struttura una delle più belle di tutta Italia».

Proprio Santinon srotola il progetto emerso a conclusione della procedura che ha visto vincere il consorzio d’imprese Ercole e la banca Iccrea: per quanto riguarda la pista attualmente in funzione, si provvederà a un rifacimento del fondo e degli spogliatoi e a un potenziamento dell’illuminazione.

Ma il fiore all’occhiello è senza ombra di dubbio la nuova struttura che sorgerà in un’area attualmente destinata a prato: un indoor contenente una pista di 110×9.70 metri, adatta sia agli allenamenti di velocità, sia, per la particolare altezza, al salto con l’asta, con la speranza del sindaco Fontana «che qui possa emergere una nuova Arianna Farfalletti», la brebbiese tre volte tricolore della disciplina.

I lavori inizieranno nella prossima primavera, per un investimento economico complessivo di 2 milioni e 150 mila euro, di cui 450mila in una prima rata: l’innovativa modalità del leasing in costruendo, elogiata dai membri della Giunta, comprende già le manutenzioni previste per i primi vent’anni. Oltretutto, gli interventi saranno pianificati e realizzati in modo da non danneggiare le società e gli atleti che quotidianamente si allenano a Calcinate, veri beneficiari di questa ristrutturazione.