Campionati Italiani giovanili: Varese ancora una volta capitale del remo

Varesenews - 15/06/2017

Schiranna teatro del canottaggio italiano grazie ai Campionati Italiani Under23, Ragazzi ed Esordienti al via sabato 17 e domenica 18 giugno. L’evento, organizzato dalla Canottieri Varese in collaborazione con Federazione Italiana Canottaggio, Comitato FIC Lombardia, Comune di Varese, Provincia di Varese e Camera di Commercio, vedrà ai blocchi di partenza 1000 atleti, provenienti da 80 società in arrivo da tutta la Penisola. Saranno assegnati 39 titoli tricolori: 13 ragazzi (6 femminili e 7 maschili); 22 under 23 (9 femminili, 13 maschili) e 4 esordienti (2 maschili, 2 femminili).
La kermesse, affidata a Varese dalla Federazione Italiana Canottaggio guidata dal Presidente Giuseppe Abbagnale, conferma alla città giardino il ruolo di capitale del remo italiano. Sul Lago è stato installato il campo di regata mondiale, questo garantirà a tutti gli atleti di gareggiare nelle migliori condizioni agonistiche possibili. Pontili di partenza con impianto di amplificazione, cronometristi anche a metà percorso per registrare gli intertempi, oltre ad aree interamente dedicate a riscaldamento e defaticamento saranno solo alcuni dei punti di forza del tracciato. A terra un intero parco imbarcazioni ad uso esclusivo, lo stesso delle recenti Coppe del Mondo, con castelli porta barche e aree dedicate ai gazebo delle squadre. Un altro fiore all’occhiello sarà il centro di primo soccorso allestito dalla Croce Rossa Italiana Sezione di Varese, attivo da venerdì e fino al termine delle regate. Installati anche tre pontili gemellati per garantire un facile accesso al campo di regata, questa è una vera esclusiva varesina.

Il Lido della Schiranna sarà il cuore dell’evento tricolore. Accreditamento, ristoro, spogliatoi, tutto nella rinnovata struttura guidata dalla Canottieri Varese.
La zona d’arrivo, con tribune e palco, sarà il punto di ritrovo per poter seguire le regate fin dalla partenza. Le strutture, messe a disposizione dal Comune di Varese, accoglieranno il pubblico proveniente da tutta l’Italia.
Al lavoro circa 120 volontari, tutti soci, atleti o simpatizzanti della Canottieri Varese. Gli atleti delle categorie giovanili, gli stessi che gareggeranno al prossimo Festival dei Giovani, saranno impegnati sui pontili di partenza e arrivo. Gli altri volontari invece si alterneranno nelle varie postazioni in acqua e a terra. Un vero lavoro di squadra, per inscenare un evento di successo assoluto.
Un’altra mission del Campionato Italiano sarà la promozione del territorio e del Lago di Varese, sede ufficiale dell’evento tricolore oltre che base d’allenamento delle squadre internazionali leader del canottaggio mondiale come Inghilterra e Australia. In campo, al fianco alla Canottieri Varese, la Camera di Commercio e Varese Sport Commission che con il loro contributo sostengono concretamente l’evento. «Varese ritorna dunque protagonista in uno degli sport dove, da sempre, le nostre capacità organizzative fanno la differenza – sottolinea Giuseppe Albertini, presidente della Camera di Commercio –. Grazie all’iniziativa della Varese Sport Commission, che supporta gli organizzatori di questo Campionato Italiano, vogliamo garantire la massima attrattività del nostro territorio su un versante, quello degli eventi sportivi, dove possiamo offrire agli atleti con i loro familiari e a tutti gli appassionati non solo una sede ideale per l’evento agonistico, bensì anche un’area con qualità ambientali e un’offerta artistica di prim’ordine. Il tutto con l’obiettivo di intercettare la variegata domanda di turismo sportivo in continua crescita e caratterizzata da una buona capacità di spesa, generando interessanti ricadute per tutta la filiera dell’ospitalità».
Anche il comune ha dato il proprio contributo, come ha spiegato l’assessore Dino De Simone: «Lavoreremo per risanare questo fiore all’occhiello che è la Schiranna. Abbiamo già dato una mano ai lavori con l’aiuto degli asilanti».
Parole di elogio anche dal delegato Coni Marco Caccianiga: «Il lago è un luogo fondamentale per lo sport e Varese è riconosciuta nel mondo per questi eventi. Sono particolarmente contento perché stiamo parlando di una competizione di giovani».
A fare gli onori di casa, il vicepresidente della Canottieri Varese Claudio Minazzi: «Varese è un modello e anche questa volta abbiamo dimostrato che quando le sinergie funzionano i risultati arrivano. Ringrazio sin da ora tutti i volontari».
Si sono uniti ai complimenti anche il presidente regionale Fabrizio Quaglini e il vicepresidente nazionale della Fic Luciano Magistri, riconoscendo le acque varesini come il più importate bacino italiano per la disciplina.
Le regate inizieranno sabato 17 giugno alle 8.30, con le prove di qualificazione. Il pomeriggio sarà animato dai recuperi. Domenica mattina all’alba verranno disputate le semifinali e a seguire, dalle 9.00, le finalissime che assegneranno i 39 titoli in palio (gli orari dettagliati saranno definiti nel tardo pomeriggio di venerdì).