Camera di Commercio: via alla fusione di Reggio, Parma e Piacenza

Altra Testata - 23/01/2017

Il 30 gennaio l’avvio del processo di aggregazione tra l’Ente reggiano e quello del’Emilia occidentale. Lo stesso potrebbe fare Cna a Reggio e Parma

REGGIO EMILIA – “Avremo nei prossimi giorni in modo congiunto i consigli camerali di Reggio, Parma e Piacenza e all’ordine del giorno ci sarà l’unificazione”. La convocazione è per il 30 gennaio e la strada ormai è tracciata: archiviata l’ipotesi di un’alleanza che coinvolgesse anche Modena per manifesto disinteresse della controparte, le Camere di Commercio di Reggio, Parma e Piacenza viaggiano verso l’integrazione. La Cna di Reggio, spiega il segretario provinciale Fabio Bezzi, guarda con favore a questa scelta e anzi sta a sua volta ragionando sull’unificazione con la Cna di Parma. Difficile dire adesso se e cosa cambierà per le imprese della nostra provincia.

“Speriamo che non ci siano stravolgimenti”. Sul piano economico, Bezzi vede una situazione a macchia di leopardo, in cui molte piccole imprese soffrono ma altre ottengono risultati impensabili, anche in settori in crisi come quello delle costruzioni. La trasformazione del nostro sistema imprenditoriale si è riflessa anche sulla base sociale della Cna. Tra i suoi 10mila associati, gli artigiani sono il 55%, ma poi c’è un 20% di professionisti, un 12% di imprese commerciali e un 10% di piccole e medie aziende industriali.