Camera di Commercio Sicilia sudorientale: Pietro Agen eletto presidente

Altra Testata - 05/09/2017

Alla fine, dopo una partita a scacchi durata anni, il super-favorito l’ha spuntata. L’ex presidente di Confcommercio Sicilia Pietro Agen, che alla fine di luglio ha lasciato l’incarico nell’associazione, è il nuovo presidente della Camera di commercio della Sicilia sud-orientale, che riunisce le ex Camere di Catania, Ragusa e Siracusa. Agen ha ottenuto una larghissima maggioranza: a suo favore 23 voti su 30. Nessun contrario, assente Ivan Lo Bello.

La storia dell’accorpamento delle tre Camere di commercio si trascina da anni, con uno scontro di potere che ha coinvolto sia le organizzazioni degli imprenditori che la politica. A bloccarne il percorso erano stati i ricorsi e i controricorsi di diverse associazioni di categoria, che contestavano il conteggio degli iscritti e di conseguenza l’assegnazione proporzionale dei seggi nel “parlamentino” della Camera di commercio.

A sbloccare lo stallo, all’inizio di agosto, è stato il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, che alla fine ha firmato il decreto di accorpamento. Un via libera, quello del mese scorso, arrivato dopo quasi due anni: la decisione di fondere le tre Camere di commercio della Sicilia sud-orientale, infatti, risale
addirittura a settembre del 2015. Agen, originario di Imperia ma trapiantato da decenni in Sicilia, nel suo curriculum – fra gli altri incarichi – vanta anche la presidenza del consorzio fidi Cofiac e un posto nel consiglio di amministrazione di Igea Banca e della società agricola Reine Et Rose. All’inizio del secolo l’imprenditore ligure, 70 anni, è stato anche assessore comunale al Commercio nella giunta catanese guidata dal forzista Umberto Scapagnini.