Cambio ai vertici dei vigili del fuoco Antonio Albanese al comando

La Provincia Varese - 25/09/2017

Cambio al vertice del comando provinciale dei vigili del fuoco di Varese. Da alcuni giorni, nella sede di via Legnani, si è insediato Antonio Albanese, che prende il posto del comandante reggente uscente, Giulio De Palma. Albanese, ingegnere, ha iniziato la sua carriera nel 1988 al comando di Firenze, successivamente ha prestato servizio presso il ministero dell’Interno e il comando del Corpo di Roma. Nel 2005 ha assunto la qualifica di primo dirigente, andando a svolgere, la funzione di dirigente vicario al comando di Napoli. Dal 2006 ha ricoperto l’incarico di comandante provinciale a Rieti, dal 2010 quello di comandante provinciale a Siena e dal 2014 quello di comandante di Chieti. Il 7 luglio dio quest’anno è stato nominato dirigente superiore oggi gli è stato affidato il comando provinciale a Varese. Un comando provinciale, quello di Varese, che ogni anno totalizza numeri importantissimi. Nel 2016 sono stati circa 7mila gli interventi di soccorso che hanno visto impegnati i nostri vigili del fuoco, di cui 1275 incendi, 988 soccorsi a persona e 444 incidenti stradali. Il motto “sempre pronti” viene rispettato alla lettera dai vigili del fuoco operativi al comando di Varese e nei distaccamenti di tutta la provincia di Varese. Non è un caso che proprio i pompieri siano il Corpo più amato dai cittadini sul nostro territorio e in generale, in tutta Italia. Numeri importanti e un’efficienza e una tempestività di intervento a discapito delle condizioni in cui questi uomini e donne sono costretti ad operare. Da anni tutte le sigle sindacali denunciano a gran voce l’assoluta carenza di uomini e mezzi sul nostro territorio. I vigili del fuoco, lo hanno più volte sottolineato i sindacati, operano utilizzando molto spesso mezzi vetusti, riparati in continuazione e con attrezzature che, certamente potrebbero essere migliorate. I nostri pompieri operano su un territorio, tra l’altro, molto diverso da nord a sud dovendo fronteggiare situazioni ed emergenze completamente differenti tra loro. Nell’augurare buon lavoro al nuovo comandante provinciale, ci si augura anche che la situazione che pesa su questi eroi quotidiani da anni possa essere risolta. O quanto meno possano esserci dei miglioramenti. Perché dal lavoro dei vigili del fuoco dipende gran parte della sicurezza dei cittadini.