Cabina di regia per scongiurare il dissesto

La Prealpina - 19/01/2019

VERBANIA – Una cabina di regia per scongiurare il dissesto della Provincia. L’ha istituita ieri il presidente Arturo Lincio designando a farne parte – accanto a lui, a Giandomenico Albertella e alla responsabile dell’ufficio Finanze dell’ente Delfina Pappadà – i rappresentanti di tutte le associazioni di categoria e un esponente dei sindacati. Sarà la neocostituita cabina di regia a dialogare con Regione e governo nazionale alla ricerca delle risorse finanziarie necessarie per scongiurare la dichiarazione di dissesto che renderebbe inesigibili il 60-70% dei crediti maturati dalle imprese fornitrici dell’ente. E sarà sempre questo organismo ad aggiornare costantemente la Prefettura sull’evolversi della situazione, come richiesto espressamente dalle organizzazioni imprenditoriali e dai sindacati negli incontri di lunedì scorso in Provincia. Entrano a far parte del neocostituito organismo: Marco Cerutti (Confartigianato), Umberto Locatelli (Unione Industriale Vco), Mauro Piras (Ance Piemonte), Elio Medina (Cna Piemonte orientale), Gianmario Mandrini (Associazione piccola industria), Cesare Goggio (Camera di Commercio); ancora da designare il rappresentante dei sindacati. Dopo il versamento di 1.400.000 euro da parte della Regione e la promessa, sempre da Torino, di un altro milione entro il 31 gennaio, sul fronte finanziario non s’è ancora mosso nulla. È in corso l’approfondimento dei numeri sul disavanzo chiesto dal vice del governatore Sergio Chiamparino, Aldo Reschigna, al quale dei 32.623.000 di euro certificati dalla Provincia ne risultano quasi 20 di meno, 12.762.000. Il nodo, hanno avvertito le associazioni imprenditoriali, va sciolto entro febbraio, in tempo utile perché la Regione appronti una eventuale manovra di bilancio “salva Vco”. Sul fronte del governo non s’è mosso ancora nulla