Busto, test e tamponi anti Covid per tutti gli insegnanti a Malpensafiere

Malpensa24 - 25/08/2020

BUSTO ARSIZIO – Obiettivo: 20 mila tamponi entro l’inizio della scuola. E’ iniziata questa mattina a Malpensafiere la campagna dei controlli anti Covid dedicata agli insegnati di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Una maxi campagna promossa e organizzata da Ats Insubria e dedicata all’intero corpo docente delle province di Varese e Como, territori di competenza dell’azienda territoriale sanitaria.

Lavoro di squadra Malpensafiere, per quanto riguarda il territorio del Sud del Varesotto, è di nuovo punto di riferimento per i test anti Covid. Dopo la postazione mobile con i controlli drive in, Ats Insubria, grazie alla collaborazione di Camera di Commercio, torna negli spazi espositivi di Busto per effettuare i controlli sui docenti. Un’operazione che ha messo in gioco anche gli Uffici scolastici territoriali, le direzioni didattiche, le Asst Valle Olona, Sette Laghi, Lariana e, per quanto riguarda Busto, il Comune». «Come Ats curiamo organizzazione e gestione dei test – spiega Marco Magrini, referente dell’intera macchina territoriale dei controlli – Ma è evidente che è stato possibile mettere in pista questo sistema grazie alla collaborazione di tutti. Anche degli stessi insegnati, i quali aderendo «Abbiamo tarato il sistema per poter effettuare circa 400 tamponi nelle tre postazioni attivate a Busto, Varese e Como – conclude Magrini – L’unico neo sono le richieste degli insegnanti di spostare la data fissata per il test poiché non sono ancora rientrati. Ma questo è un aspetto che non possiamo gestire noi come Ats. Serve la collaborazione delle direzioni didattiche, così da poter riprogrammare il momento del test per chi non è ancora presente sul territorio».all’iniziativa che, ricordo, è su base volontaria e non obbligatoria, dimostrano di avere sensibilità, attenzione e senso di responsabilità nei confronti degli alunni che poi sono i nostri figli. L’auspicio quindi è che tutti i docenti convocati rispondano e si sottopongano al test. Noi abbiamo tarato il sistema per supportare circa 20 mila tamponi nelle prossime tre settimane». La macchina Uffici scolastici territoriali e direzioni didattiche hanno fornito gli elenchi degli insegnanti, che vengono avvisati e convocati con data, ora e luogo tramite mail o sms. In loco a Malpensafiere è stata predisposta un’area accettazione. Dopo di che c’è un percorso da seguire per arrivare al punto test rapido. Da qui, in caso di esito positivo o dubbio (il referto è pressoché immediato) si passa alla postazione del tampone vero e proprio per avere il quadro preciso della situazione sanitaria.