Busto si dà all’i n t ra t t e n i m e n t o

La Prealpina - 05/12/2019

A Busto Arsizio non c’è mai niente da fare. In città la sera scatta il coprifuoco. Per divertirsi bisogna andare altrove. Da domenica tutti questi luoghi comuni – che racchiudono in sé anche tante verità – si proverà a spazzarli via. Avverrà attraverso l’inaugurazione del People, un locale di via Concordia (nella stradina laterale che corre accanto al commissariato di polizia) nato dalle ceneri dello storico bowling e che negli ultimi anni ha proposto cose interessanti ma non è mai davvero decollato. Ora, invece, i titolari della struttura, i ragazzi che già hanno lanciato il successo del vicino Made in Italy (divenuto in poco tempo il punto di ritrovo degli artisti che si esibiscono al Teatro Sociale), quindi il dottore-cantante Umberto Rosanna e Maby Kubicek presidente di ASQ hanno deciso di mettere assieme idee e professionalità per creare qualcosa che in città non c’è, ovvero uno spazio che metta assieme l’intrattenimento al cibo. Ma c’è di più: negli ultimi tempi hanno ottenuto l’adesione dell’attore e cabarettista Gabriele Cirilli che lì, tramite il suo staff, insedierà un vero e proprio laboratorio di comicità, facendo da direttore artistico e lanciando sulla scena i giovani talenti del territorio, pronti a misurarsi in questa che sarà una vera e propria palestra del divertimento dal vivo. Proposta inedita per la città, una sorta di Derby club in salsa bustocca posizionato a due passi dal centro, nonché collocato a ridosso di quell’area delle Nord che pare vivere un periodo di fermento. In questo caso si tratta di uno spazio che appunto domenica prossima, dalle 18.30 in poi, si offrirà nella nuova veste e che vedrà lo stesso Cirilli ospite d’onore per fare l’atteso annuncio della sua nuova avventura a Busto Arsizio. «Tutti siamo convinti che ci sia lo spazio e il modo per costruire qualcosa di unico e speciale, in grado di consegnare ai bustesi un nuovo polo che abbini lo spettacolo al relax, riportando in auge un modello di intrattenimento che abbia il sapore del passato ma attualizzato con proposte moderne», spiega Matteo Sabba, uno di coloro che sta lavorando a un progetto che «speriamo possa dare un ulteriore scossone artistico e culturale alla città»

L’entusiasmo del neo-direttore Gabriele Cirilli «Sarà la palestra della comicità»

Gabriele Cirilli, 52 anni, comico e attore, lei sembra ormai affezionato a questa terra. È così? «Direi di sì. È un legame nato per parentela e amicizie, poi rafforzato da Zelig, quando stavo in zona e il pediatra di mio figlio faceva il primario a Varese. Mi coinvolse in qualche show e scoprii la vivacità di questo territorio». A dicembre farà un presidio massiccio… «Parecchio, speriamo non si stanchino di vedermi. Il 13 dicembre sarò di nuovo al Teatro Sociale con uno spettacolo che è tutto diverso dal Cirque du Ciril di qualche settimana fa e poi la sera di Capodanno sarò al Condominio di Gallarate con un’altra proposta differente ancora». E questa domenica? «Quella è una cosa diversa. Apre un locale come il People ed è bello esserci dato che adoro i posti all’americana in cui si fa spettacolo. Ma nell’occasione ci sarò con una prospettiva in più». Perché è vero che quello diventerà il suo locale? «Beh, diciamo che diventerò una sorta di direttore artistico. L’idea è quella di installare a Busto un laboratorio di cabaret che permetta ai giovani interessanti di crescere. Ovviamente ci farò anche cose mie o di amici che portino comicità e qualità». Insomma, lancia una nuova scommessa? «Sì, perché credo che sia uno spazio ideale per il progetto e, da parte mia, potrò dar sfogo all’inventiva». Ma ha ancora senso, nel 2019, investire energie in qualcosa che assomigli allo storico Derby club? «Ha tantissimo senso. I comici sanno che non esiste solo You Tube per farsi conoscere e crescere. C’è bisogno di una palestra, del confronto con un pubblico reale. Vorrei far diventare Busto uno spazio speciale e unico»