Busto fa incetta di bandi per lo sport

La Prealpina - 16/09/2021

Un altro bando vinto, un altro finanziamento importante per Busto: il Comune è riuscito a ottenere 700 mila euro (l’importo massimo al quale si poteva aspirare) attraverso il bando ministeriale “Sport e periferie”. La somma servirà per realizzare due campi da padel coperti e due campi da calcio a 5 in erba sintetica, che troveranno posto a pochi metri dal Centro di atletica “Angelo Borri” di Sacconago, in via Speranza.

Il finanziamento coprirà gran parte della spesa, visto che il progetto costa complessivamente 744 mila euro. L’annuncio è arrivato ieri mattina in una conferenza stampa svoltasi in sala giunta. «Quest’ennesimo bando vinto – rimarca l’assessore allo Sport Laura Rogora – conferma una volta di più che Busto sa pianificare e ascoltare le richieste dei cittadini. L’idea di questo progetto è nata proprio all’inaugurazione del restyling della pista di Sacconago, parlando con Alfio Giomi, allora presidente della Fidal, che ci ha consigliato di prendere in considerazione questo bando, dandoci utili indicazioni in tal senso».

Detto, fatto: in tempi rapidi (una ventina di giorni) il Comune ha presentato il progetto studiato dall’architetto Giuseppe De Martino, che prevede due campi da padel e altrettanti da calcetto. Per il momento non verranno creati nuovi spogliatoi, considerando che potrebbero essere utilizzati quelli dell’attiguo centro di atletica leggera, «ma se sarà necessario li realizzeremo – aggiunge il sindaco Emanuele Antonelli – Vorremmo anche creare una zona bar per far vivere l’impianto tutto il giorno». «E stiamo già pensando a un ulteriore step – aggiunge Rogora -, ovvero la costruzione di una pista ciclopedonale chiusa, sicura e ben illuminata, dedicata ai giovani ciclisti». Un’altra idea che potrebbe concretizzarsi col prossimo bando “Sport e periferie” 2022 che, stando ai primi rumors, metterà a disposizione risorse anche superiori rispetto al passato.

Facile prevedere che non mancheranno le richieste per l’utilizzo del nuovo impianto: il calcio a 5 è sempre stato molto praticato, e il padel è la disciplina del momento. In linea con gli obiettivi del bando, i quattro nuovi campi permetteranno da un lato di rendere più attrattivo e economicamente sostenibile il centro di atletica, dall’altro di incentivare l’aggregazione e la pratica sportiva anche nelle periferie.

Il sindaco è particolarmente soddisfatto per l’esito positivo del bando: «I soldi non piovono per caso, ma solo se si lavora bene – sottolinea – Vincere questo bando non era semplicissimo, perché venivano privilegiate le aree particolarmente disagiate, e Busto non lo è: ma il progetto si è dimostrato molto valido».

Premiato dunque un «lavoro di squadra» che ha visto particolarmente impegnato l’assessorato all’Attrazione risorse guidato da Paola Magugliani: «In questi anni, attraverso i bandi, il Comune ha portato casa settanta milioni – evidenzia -. Sono stati premiati progetti creati con passione e voglia di promuovere la città». «Sono soldi che ci permettono di migliorare la città, a costo zero per l’amministrazione – conclude Antonelli -. Sapremo utilizzare al meglio anche i soldi del Pnrr». Assegnato l’appalto, i lavori dureranno circa 5 mesi: dopodiché Busto conterà su un ulteriore impianto pronto a soddisfare le esigenze degli amanti dello sport.