Busto Arsizio – Zona pedonale più ampia

La Prealpina - 14/09/2022

Busto Arsizio sempre più proiettata verso una mobilità sostenibile. Da venerdì 16 a giovedì 22 settembre andrà in scena l’edizione numero 21 della Settimana Europea della Mobilità, per la prima volta “celebrata” a Busto con un fitto programma di iniziative. «La nostra è una scelta di campo ben precisa – annuncia l’assessore alla Mobilità Salvatore Loschiavo – un nuovo paradigma che richiede il cambio di alcune abitudini consolidate. Ma a Busto c’è terreno fertile per questa rivoluzione». La principale novità dell’evento sarà l’estensione sperimentale della Ztl: dal 16 al 22 settembre saranno chiuse al traffico via Cavallotti e via Bramante. Giovedì 22 non potranno circolare le automobili neppure in piazza Garibaldi e piazza Trento e Trieste. Dopo tante discussioni sull’estensione dell’isola pedonale (tema quanto mai divisivo), verrà effettuato un test sul campo. Una prospettiva che piace ad Alessandra Ceccuzzi, presidente del Comitato commercianti del centro: «Per noi la pedonalizzazione sarebbe importante – sottolinea – naturalmente deve essere accompagnata da altri interventi che stimolino le persone a venire in centro con mezzi diversi dall’automobile».

Si tratta di una sperimentazione: c’è interesse per capire che tipo di impatto possa avere la chiusura sul traffico, e quali variazioni dovranno essere previste dal trasporto pubblico nel caso in cui l’allargamento della Ztl dovesse diventare definitivo. «Vogliamo andare in quella direzione, ma il test servirà proprio per valutare le eventuali criticità – precisa l’assessore Loschiavo – il nostro è un progetto molto più ampio e organico: parlare solo di Ztl è riduttivo. Abbiamo una nuova visione della mobilità cittadina: andremo a mettere tutto a sistema attraverso la redazione del Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile). Abbiamo già realizzato diversi interventi: ciclovie, zone 30, istituzione del Mobility Manager. Ma, a leggere i commenti sui social, sembra che l’erba del vicino sia sempre più verde. Credo però nella maggioranza silenziosa che vuole una città diversa».

«Il merito di quest’iniziativa è soprattutto dell’assessore Loschiavo e degli uffici della Polizia Locale – aggiunge il sindaco Emanuele Antonelli – so già che ci saranno polemiche per le strade chiuse, ma noi andiamo avanti».