Busto Arsizio Solo il 3% vende in reteE i negozi vanno in crisi

La Prealpina - 29/05/2017

Utilizzare gli strumenti messi a disposizione dalle nuove tecnologie è sempre meno un optional e sempre più una necessità. Soprattutto in un settore in rapidissima e costante evoluzione come quello del commercio. Al tema de “Il nuovo commercio tra presente e futuro” sarà dedicata l’assemblea generale dell’Associazione commercianti di Busto Arsizio, in programma lunedì, alle 20, nella sala Tramogge dei Molini Marzoli.

Per la prima volta in 72 anni, l’appuntamento è aperto al pubblico, con un format assimilato a quello di un vero e proprio convegno sulle nuove frontiere del commercio. «Abbiamo voluto dare un taglio diverso alla nostra assemblea, focalizzando l’attenzione su quattro temi che verranno trattati da relatori di spessore» annuncia il presidente di Ascom, Romeo Mazzucchelli. «L’idea – aggiunge Rudy Collini, vicepresidente dell’associazione di categoria – è quella di dare una mano ai piccoli commercianti, che da soli fanno fatica a stare al passo con tutte le novità che le tecnologie, e internet in particolare, mettono a disposizione». In questo senso i dati sono eloquenti: dei 1.900 associati di Busto e Valle Olona, appena il 20% è già sbarcato online. Per non parlare di chi ha aperto un sito di e-commerce: qui la percentuale è davvero irrisoria, appena il 3%.

Insomma, dalle nostre parti il “virtuale” (che poi è molto più concreto e redditizio di quanto possa sembrare) fa ancora fatica a decollare. «Eppure basta la volontà di farlo», sottolinea Collini. «Spesso il problema è di tipo generazionale: se il titolare dell’attività è già avanti con gli anni, farà più fatica a dominare i nuovi strumenti tecnologici. Proprio per questo li incoraggiamo ad avvalersi di collaboratori giovani che possano occuparsi con dimestichezza di questi aspetti sempre più indispensabili».

L’assemblea di lunedì sarà molto utile in questo senso. Dopo i saluti istituzionali e la relazione del presidente Mazzucchelli, prenderà la parola Massimo Serati, docente di Economia alla Liuc, che illustrerà il tema “Tra commercio tradizionale e commercio virtuale: sinergie, opportunità e prospettive”; Alessandra Grassi e Francesca Cilento (consulenti e formatrici di Psicologia ad Alto Potenziale) parleranno di “Marketing emozionale e comunicazione”. Il social media strategist Fulvio Julita spiegherà come “Saper fare e farlo sapere”, mentre Claudio Verderio (vicedirettore di AscomFidi Varese) chiuderà l’assemblea con la relazione “Formarsi al credito”. Interverrà ai Molini Marzoli anche Renato Borghi, vicepresidente di Confcommercio e presidente di Federmoda.

«Nel corso della serata – anticipa Collini – annunceremo un nuovo progetto sperimentale che riguarda il commercio a Busto. È qualcosa di molto interessante: riteniamo che possa avere degli sviluppi anche al di fuori del nostro territorio». Chiosa Alessandro Castiglioni, vicedirettore di Ascom Busto: «L’assemblea di lunedì sarà il completamento di un percorso sulle nuove tecnologie che abbiamo avviato un paio d’anni fa con una serie di workshop su web, social e fotografia».