Busto Arsizio: Riva diserta la giunta È rottura ufficiale?

La Provincia Varese - 09/03/2017

Il “caso Riva” approda in
giunta: l’assessore ai lavori
pubblici prende in parola il sindaco
Emanuele Antonelli e diserta
la seduta dell’esecutivo di
ieri pomeriggio. Un’incrinatura
in maggioranza? Per gli Indipendenti
di Centro di Eugenio
Vignati, il sindaco farebbe bene
a «stare attento» alle conseguenze.

Venerdì mattina Alberto Riva
(Forza Italia) aveva ricevuto
una sorta di “cartellino giallo”
informale dal sindaco, che gli
aveva chiesto di non farsi più
vedere per dieci giorni a Palazzo
Gilardoni (da notare che l’ufficio
dell’assessorato di Riva è
nella sede distaccata dei Molini
Marzoli), pur non prendendo
alcun provvedimento formale.
Un caso che sembrava potesse
chiudersi, visto che lo stesso
Antonelli aveva fatto sapere
che non si trattava di una sospensione
ma di una semplice
tirata d’orecchi. Ma da allora il
sindaco e il suo assessore non si
sarebbero più parlati, così ieri
alla seduta di giunta, convocata
come sempre nel primo pomeriggio
del mercoledì, Riva
non si è presentato, giustificandosi
con un problema ad un occhio.

«Perché non c’è?» avrebbe
chiesto Antonelli, ribadendo in
giunta che non c’era nessuna
preclusione, nemmeno temporanea.
Al di là della “malattia diplomatica”,
la crepa c’è, e il segnale
al sindaco è stato mandato,
anche perché nel gruppo di
Forza Italia, partito che già si
sente sottorappresentato nell’esecutivo,
l’atteggiamento nei
confronti dell’assessore azzurro
ha provocato evidenti malumori.
Riva sarebbe concentrato
in questi giorni sui problemi
delle colonie di Alassio e Aprica.
Ma in maggioranza il “caso
Riva” fa scalpore. A chiedere
conto sono gli Indipendenti di
Centro, che sul profilo Facebook
chiedono al sindaco se sia
«convinto di essere nel giusto»
e lo ammoniscono sulla tenuta
della coalizione. n