Busto Arsizio – Ormai un residente su dieci è straniero

In base ai più recenti rilevamenti Istat, gli stranieri residenti a Busto Arsizio sono 8.563, pari al 10,3% della popolazione residente. Dunque poco più di un bustese su dieci è di origine straniera. La comunità più numerosa è quella albanese (1.044 cittadini, il 12,19% della popolazione), seguita da quella romena (849 residenti, 9,91%) e quella marocchina (746 persone, 8,71% della popolazione complessiva). In ambito europeo, oltre ad Albania e Romania, è molto ben rappresentata l’Ucraina (472 residenti). Più staccate Bulgaria (80) e Federazione Russa (72). Tra gli stranieri provenienti dal continente americano, la nazione più rappresentata a Busto è l’Ecuador (679 persone), seguita, di poco, dal Perù (651) e da El Salvador (359). Sono più di 100 anche i brasiliani (esattamente 120), mentre sono meno numerosi, ma comunque ben presenti, i dominicani (60) e i cubani (50). Tra gli africani non c’è partita: foltissima la rappresentanza dei marocchini (746), tra le prime comunità straniere a insediarsi nel Nord Italia. Nettamente staccati (ma ben rappresentati) l’Egitto (271 residenti) e la Tunisia (269). Piuttosto numerosi anche i senegalesi (190), gli ivoriani (152) e i nigeriani (139). La rappresentanza asiatica è dominata dai cinesi (479), ma crescono notevolmente i pakistani (412). Sopra quota 100 anche Bangladesh (179), Sri Lanka (113) e Filippine (104). Sono tante le nazionalità con un solo “esponente” sul territorio di Busto: tra gli stati europei, troviamo rappresentate Finlandia, Principato di Monaco, Estonia, Slovenia e Montenegro. Tra quelli del continente americano, ci sono Costa Rica, Dominica, Guatemala, Haiti, Nicaragua, Panama, Paraguay e Uruguay. Tra gli africani, ecco Capo Verde, Madagascar, Mozambico, Sud Africa, Tanzania e Repubblica Democratica del Congo. Infine, tra i residenti di origine asiatica, a Busto vivono anche un cittadino proveniente dal Brunei, ma sono rappresentati anche Iraq, Malaysia, Mongolia e Armenia.