Business Forum Ohio: un ponte tra Varese e gli USA lanciato da villa Andrea

Una giornata di sole, il verde delle ville Ponti e molti spunti per far crescere i rapporti tra provincia di Varese Ohio, uno degli stati più significativi degli USA. Non poteva esserci contesto migliore per promuovere nuove occasioni di networking tra imprese varesine e sistema economico statunitense con il “Business Forum Ohio”, che si è tenuto oggi pomeriggio, venerdì 3 maggio, nelle sale del Centro Congressi di Ville Ponti.

Un momento di incontro tra le aziende che ha evidenziato ancora una volta il ruolo dello sport come attivatore di business: l’iniziativa è stata infatti promossa dalla Federazione Italiana di American Football in sinergia con Regional Growth Partnership (RGP), organizzazione che, partendo proprio dall’Ohio, supporta l’interscambio commerciale con lo stato degli Usa e sponsorizza il campionato italiano di prima divisione (Italian Football League), campionato al quale partecipano anche gli Skorpions Varese, in questo momento leader in classifica.

 

«Il mercato ci dimostra che è proprio ciò che serve guardare oltre confine per ampliare il proprio business – sottolinea il presidente di Camera di Commercio, Mauro Vitiello –  Iniziative come quella di oggi, che vanno nel solco dell’impegno di Camera di Commercio per valorizzare lo sport quale punto di partenza per lo sviluppo socioeconomico del nostro territorio, puntano a generare ulteriori opportunità  per le nostre imprese. Ci saranno anche altre iniziative per cercare di mettere a fuoco l’economia del territorio in matching con economie estere».

 

Tra i partecipanti, anche la vicesindaca di Varese Ivana Perusin, che da manager ha lavorato con moltissimo con l’America, e la senatrice dell’Ohio Theresa Gavarone, alla suo primo viaggio istituzionale in Italia.

PIÙ EXPORT CHE IMPORT, LE RELAZIONI VIRTUOSE TRA VARESE E GLI USA

L’appuntamento alle Ville Ponti ha preso il via con la presentazione del sistema economico varesino: gli ultimi dati a riguardo, elaborati dall’Ufficio Analisi Economiche della camera di Commercio varesina, evidenziano come nel 2023 l’export sia cresciuto del 3,4%, concludendo l’anno a quota 12 miliardi e 623 milioni di euro, e gli Stati Uniti si sono confermati il terzo mercato di sbocco delle merci prodotte dalle nostre imprese con oltre 1 miliardi e 120 milioni di esportazioni, mentre l’import si è attestato a poco più di 582 milioni, generando quindi una bilancia commerciale ampiamente positiva.

Varese - Ohio

Si è poi entrati nel merito delle possibili opportunità che offre l’Ohio, importante centro industriale e commerciale nordamericano che ha nei settori dell’Advanced Manufacturing, Automotive, Energy, Food Processing, Logistics&Distribution i propri fiori all’occhiello.

Sono così stati affrontati temi amministrativo-legislativi relativi all’interscambio con questo stato degli Usa mentre di particolare rilievo sono risultate le testimonianze di realtà, anche varesine come è il caso dell’Ilpea di Malgesso, che già sono presenti con strutture produttive in Ohio.

«Il nostro gruppo lavora da anni con gli Stati Uniti, circa il 30% del suo fatturato internazionale è fatto negli stati uniti, e tra gli impianti negli stati uniti uno è localizzato nell’Ohio ed è un impianto importante per la fornitura di componenti per gli elettrodomestici – Spiega Claudio Talamona CFO del Gruppo Illpea di Malgesso – La storia del nostro gruppo è nata con l’Ignis, ma la relazione con Whirlpool (che vede la sua sede mondiale in Ohio, ndr) è consolidata al di là anche degli eventi recenti nella parte europea. Lavorare negli Stati Uniti non è difficile, magari le mentalità sono diverse ma sicuramente la struttura industriale statunitense  è talmente rodata che si trova sempre una collaborazione efficace. L’America è una frontiera, ma se la si affronta nel giusto modo si possono fare ottimi risultati».

CULTURA, SPORT E RELAZIONI: COME CRESCONO GLI AFFARI GRAZIE A DEGLI INASPETTATI “ACCELERATORI”

Uno sguardo è stato rivolto inoltre alla sinergia tra mondo accademico e sportivo con la testimonianza di Antonio Bulgheroni, figura di primo piano del mondo imprenditoriale varesino, che ha raccontato il progetto “LIUC Sport” dell’Università Carlo Cattaneo di Castellanza.

Varese - Ohio

La FIDAF, federazione sportiva in seno al CONI, presente con il consigliere federale Edoardo Cammi, ha illustrato l’Italian Football League e la sua finalissima, il XLIII Italian Bowl, il Super Bowl italiano, in programma a Ravenna il 29 giugno, portando le parole del presidente, Leoluca Orlando: «La nostra Federazione continua senza sosta il proprio processo di internazionalizzazione, che ci porterà alle Olimpiadi di Los Angeles 2028 e ha avuto inizio proprio lo scorso anno a Toledo, in Ohio, dove per la prima volta nella storia si è giocata la finale del campionato italiano e dove torneremo nel 2025. Questo Business Forum, insieme a quello che organizzeremo a Bologna il 28 giugno, è espressione della nostra volontà di coinvolgere e promuovere a 360° il territorio dove le nostre squadre sono operative, valorizzandone il patrimonio culturale ed economico oltre che naturalmente quello sportivo e turistico».

Varese - Ohio

Partner del forum sono state la Camera di Commercio e il Varese Visitors and Convention Bureau, insieme al gruppo bancario BCC Iccrea e al Panathlon Malpensa.