Business dei rifiuti: Varese cresce più di tutti

La Prealpina - 11/12/2018

C’è business e business. La legge vale anche per il settore dei rifiuti. Sia quello legale sia quello illegale. A questo proposito, si stanno moltiplicando le indagini di varie Procure lombarde sui tanti roghi di capannoni industriali in giro per il territorio regionale. Per fortuna non è sempre così, anche perché ci si è accorti ormai da tempo che con i prodotti delle attività di trattamento dei rifiuti e di risanamento i fatturati possono raggiungere importi più che significativi. Nello specifico, nel 2017 in Lombardia con l’interscambio di questi prodotti si è arrivati a fatturare poco più di 2,6 miliardi di euro. Una cifra, secondo un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi su dati Istat, del 30% superiore rispetto a quanto fatturato nell’anno precedente. La provincia di Brescia da sola raggiunge quasi 1,3 miliardi di euro di scambi, circa la metà dell’intera regione, seguita dalla città metropolitana di Milano con 436 milioni e da Bergamo con 235. Superano i 100 milioni di euro anche Cremona, Monza Brianza e Pavia. In provincia di Varese l’interscambio (con le altre regioni italiane e con l’estero) dei prodotti derivanti dalle attività di trattamento dei rifiuti e di risanamento vale all’incirca 53 milioni di euro, qualcosa di più del 2% del totale regionale. Da notare però che nel Varesotto si è avuta una crescita del 28% in un anno solo. La Lombardia concentra il 39,4% del totale italiano ed è nettamente la prima regione seguita dalla Toscana con 1,4 miliardi e dal Friuli con 582 milioni. Quasi 36 mila le imprese iscritte all’Albo gestori ambientali, sezione Lombardia. Si occupano di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti conto terzi o derivanti solo dalle proprie produzioni, intermediazione e commercio, bonifica di siti e beni contenenti amianto.

Milano è prima con circa 8 mila, seguita da Brescia con quasi 7 mila, Bergamo con 5 mila, Monza Brianza con 4 mila, Como con 3 mila, mentre la provincia di Varese supera di poco le 2.800 unità.