Benvenuti nella capitale della Silicon Valley

Da Malpensa il volo diretto per la Silicon Valley. Da ieri San Francisco torna sull’ideale mappa delle destinazioni raggiungibili con un collegamento non-stop dall’aeroporto di Malpensa. Merito di Air Italy, il vettore che ha scelto la brughiera come hub: ieri mattina al Terminal 1 la classica cerimonia per celebrare l’inaugural flight verso la città californiana. «È la nostra quarta destinazione negli Stati Uniti, dopo New York, Miami e Los Angeles – sottolinea Rossen Dimitrov, chief operating officer della compagnia nata dal matrimonio tra Meridiana e Qatar Airways – San Francisco è una città che sappiamo che gli italiani vogliono visitare».

Ad inaugurare il volo c’era anche un’ospite speciale, Stefania Proietti, sindaca di Assisi, città che quest’anno festeggia il 50esimo del gemellaggio con San Francisco. Per Sea è «un volo importante», come ha spiegato Paolo Dalla Noce, airline facility manager del gestore aeroportuale. «Una destinazione interessante dal punto di vista turistico ma anche business». San Francisco infatti è l’aeroporto della Silicon Valley e delle più grandi compagnie del settore tecnologico, con cui il nostro territorio potrà intensificare le relazioni. Il volo non-stop da Malpensa manca dal lontano ottobre 2001, dai tempi della crisi del trasporto aereo conseguente all’attentato dell’11 settembre, e in Italia non viene attualmente operato nemmeno da Alitalia. Air Italy opererà questa rotta con quattro frequenze settimanali, proprio come Los Angeles, inaugurata appena una settimana fa. «Tra le due nuove destinazioni californiane c’è un bacino potenziale di 350mila passeggeri nel Nord Italia», rivela Sea. Insomma, ci sono tutte le premesse per il successo di una scommessa importante per Air Italy, che tra un mese completerà il proprio approdo in Nord America inaugurando anche il volo per Toronto. «In un anno abbiamo raggiunto molti obiettivi – rimarca Rossen Dimitrov – la nostra ambizione continua».