Bentornata carta sconto Ma solo per la fascia A

La Prealpina - 13/10/2021

È durato otto mesi il digiuno da Carta sconto carburante. Dopo la sospensione il 1 marzo scorso, infatti, ieri la vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Francesca Brianza, ha annunciato che la misura sarà ripristinata «molto probabilmente entro fine mese». Insomma, in questo periodo in cui il costo del pieno è schizzato alle stelle, arriverà perlomeno un palliativo all’esplosione dei prezzi. Attenzione, però: la reintroduzione dello sconto riguarderà la benzina, ma non il diesel e varrà soltanto per i Comuni della Fascia A, ovvero per i residenti entro i 10 chilometri dal confine con la Svizzera che, nel Varesotto abitano in 41 Comuni, tutti chiaramente a ridosso della frontiera, fra cui il capoluogo. «Finalmente ci sono le condizioni per la riattivazione della Carta sconto carburanti – dice Brianza -. Si tratta di un grande risultato per una storica battaglia che la Lega porta avanti da molti anni per contrastare il cosiddetto pendolarismo del pieno verso la Svizzera e tutelare, in un colpo solo, sia i distributori lombardi, sia gli utenti che alleggeriscono così il costo del pieno». L’entità dello sconto deve ancora essere calcolata e ciò farà tutta la differenza, perché un conto sarà uno sconto di 15 o più centesimi, un altro se sarà soltanto di pochi spiccioli al litro. Stando a una nostra sommaria rilevazione, la differenza attuale si attesta come minimo attorno ai 10-15 centesimi, coi prezzi che a Varese e dintorni non scendono sotto gli 1,70 euro al litro, mentre appena entrati in Canton Ticino si può trovare anche qualche distributore sotto gli 1,60 euro.

La decisione è giunta a seguito dell’ultima rilevazione prezzi da parte dell’Ambasciata italiana in Svizzera, che ha certificato come ci sia un differenziale minimo tra i prezzi nell’area di confine delle due nazioni per consentire l’attivazione dell’agevolazione. «Appena ci sarà l’autorizzazione dell’Autorità garante – aggiunge la vicepresidente del Consiglio regionale – la Regione riattiverà senza indugi la Carta sconto carburante, molto probabilmente entro fine mese». L’esponente della Lega era già stata autrice e prima firmataria di una mozione urgente, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale, per favorire la riattivazione sospesa per la mancanza dei requisiti di legge, ovvero la differenza di almeno 5 centesimi al litro tra il prezzo praticato alla pompa in Svizzera e il prezzo medio italiano.

«Regione Lombardia – continua Brianza – ha inoltre messo a punto un sistema innovativo attraverso un’apposita app che sostituisce l’utilizzo del vecchio Pos ormai obsoleto. Questa misura, oltre a semplificare notevolmente l’utilizzo della Carta sconto carburante, genera anche un notevole risparmio di costi per i gestori e sarà anche molto utile per prevenire eventuali abusi». L’app Sconto carburante sostituisce l’utilizzo della Tessera sanitaria: ora il cittadino dovrà solo scaricare l’app sullo smartphone, mostrare al gestore dell’impianto il codice sconto generato e procedere al pagamento dell’importo scontato. Serve lo Spid, oppure chi non ne è provvisto può utilizzare la modalità Sms. A oggi l’app non è scaricabile, ma tutte le informazioni e gli aggiornamenti in tal senso si possono trovare sul sito internet www.scontocarburante.regione.lombardia.it, dove si trova anche un video esplicativo con le risposte alle principali domande.