Basket – La meglio gioventù si sfiderà anche a Varese

La Prealpina - 18/11/2021

arese torna sulla mappa del basket europeo di vertice. Il lungo corteggiamento dell’Academy nei confronti dell’Eurolega ha trovato riscontri concreti da parte dell’organismo di Barcellona. La società di Gianfranco Ponti ospiterà all’Enerxenia Arena uno dei quattro gironi di qualificazione dell’Adidas Next Gen Tournament, la manifestazione di categoria Under 18 che rappresenta il più importante torneo giovanile d’Europa. L’evento si svolgerà dall’1 al 3 aprile a Masnago, con l’Academy (Mauro Villa nella foto in alto) che parteciperà in qualità di società ospitante a una delle 4 fasi eliminatorie a 8 squadre (le protagoniste saranno rese note fra 3-4 settimane, ma ci saranno tutte le big del Vecchio Continente) che qualificano per le Final Eight in programma a Berlino dal 28 al 30 maggio. Per l’Academy è un grande risultato: l’invito tra le 28 partecipanti all’ANGT (nell’edizione 2022 ci saranno anche 4 selezioni con i migliori prospetti della nazione ospitante) è la certificazione dell’appartenenza al gotha giovanile europeo. E un evento del genere a Varese – l’ultima edizione in Italia risale al 2015 a Roma – è comunque un richiamo importante anche per la città. «Con l’Eurolega parliamo da due anni ma il pressing per ospitare questo evento è iniziato lo scorso aprile; abbiamo insistito talmente tanto che alla fine ci hanno assecondato – racconta il presidente dell’Academy, Gianfranco Ponti (foto Blitz in alto a sinistra) -. Lo sforzo economico sarà notevole, ma abbiamo ritenuto ne valesse la pena, al di là del lavoro in atto con le istituzioni, per offrire alla città un evento di grande richiamo». Si stimano costi attorno ai 100mila euro che il sodalizio biancorosso dovrà coprire tramite sponsorizzazioni e contributi istituzionali. «Saranno a nostro carico tutte le spese, a iniziare dall’ospitalitità di squadre, arbitri e scout, e tutti gli standard richiesti dall’Eurolega, che sono gli stessi della competizione senior. Uno sforzo importante che però consideriamo una grande vetrina promozionale per la città e il palasport. Ci ha aiutato il fatto di aver accettato integralmente il contratto standard di Eurolega, ma anche il richiamo e il nome storico di questo club. Lo ripetevo sempre quando ero nel CdA, bisogna recuperare il valore di che cosa è Varese per il basket in Italia e in Europa». L’evento sarà griffato Academy, ma Ponti sottolinea anche il contributo – sotto forma di appoggio esterno – della casa madre: «Un grazie particolare va alla Pallacanestro Varese. Non sarà coinvolta direttamente nell’evento del quale saremo soli responsabili, ma ci darà un appoggio fondamentale a livello logistico affittandoci il palasport e mettendo a disposizione il personale».

L’ANGT Under 18 all’Enerxenia Arena potrebbe rappresentare idealmente il giusto ponte che unisca nuovamente Academy e OJM: «Stiamo parlando con Luis Scola per rinegoziare il contratto in scadenza. Luis condivide le nostre idee sull’importanza del vivaio e ha apprezzato il nostro sforzo per organizzare questo evento, che possa darci una mano nel trovare un accordo per proseguire il cammino insieme». Tra le idee di Ponti c’è l’organizzazione di stand di altre società e discipline all’esterno dell’Enerxenia Arena per una sorta di tre giorni di festa dello sport cittadino, e il coinvolgimento di altre realtà cittadine con comprovate capacità organizzative di eventi di portata internazionale come la Società ciclistica Afredo Binda e la Canottieri Varese.