Bando start-up: 700mila euro a fondo perduto

Investi 30 mila euro e ne “riprendi” 20 mila. In altre parole, avrai due terzi della spesa rimborsati. È quel che prevede “Ricerca e Innovazione 2016”, il bando di Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Camera di Commercio di Milano a favore degli aspiranti giovani imprenditori e delle start up innovative di Milano e Lombardia che investono in nuove tecnologie digitali in azienda. I termini per la presentazione delle domande scade giovedì prossimo 27 ottobre: la dotazione complessiva (rigorosamente a fondo perduto) ammonta a 700 mila euro. Di questi, 200 mila sono a carico di Regione Lombardia, direzione generale Università, Ricerca e Open Innovation e saranno destinati alle imprese con sede legale-operativa in una delle province lombarde; 500 mila euro risultano invece essere a carico della Camera di Commercio di Milano, e saranno invece destinati alle sole imprese con sede legale-operativa nella città metropolitana di Milano. Nello specifico, la dotazione sarà riservata a due tipologie di soggetti: start up a prevalente titolarità giovanile, e cioè imprese iscritte e attive come società di persone o di capitali al Registro imprese da non più di 48 mesi dalla data di pubblicazione del Bando e in cui almeno il 50% dei componenti dell’impresa abbia un’età non superiore ai 35 anni (compiuti alla data di presentazione della domanda); e aspiranti giovani imprenditori, ossia persone fisiche che si impegnino, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione sul Burl del decreto di assegnazione del contributo, a costituire una società di persone o di capitali in cui almeno il 50% dei componenti dell’impresa abbia un’età non superiore ai 35 anni.