Asparagi e formaggi: brand da tutelare

La Prealpina - 09/05/2017

Una visita “live” per entrare nel cuore delle aziende. Il deputato del Pd Angelo Senaldi e il vicepresidente della Provincia, Marco Magrini, ieri hanno visitato due aziende del Varesotto, la “Mantegazza Formaggi” di Lozza (accompagnanti dai titolari Alberto e Dante Mantegazza) e la “Mazza Asparagi” di Cantello dove la visita alle coltivazioni è stata guidata dal titolare, Giacomo Mazza.

Le due aziende, che operano rispettivamente nel settore alimentare e nel settore agricolo, sono aderenti ad Aime (Associazione Imprenditori Europei). Al tour hanno preso parte il presidente di Aime Armando De Falco e il segretario generale Gianni Lucchina. Prima tappa alla Mantegazza Formaggi di Lozza: una realtà attiva nella manipolazione e commercializzazione di formaggi fondata negli anni Trenta; in questi 80 anni si è sviluppata e ha attivato nuovi sevizi. Oggi conta oltre 20 dipendenti, occupa capannoni per 2400 metri quadrati, metà dei quali refrigerati, vende il made in Italy in tutto il mondo e conta su oltre 1200 referenze. La Mantegazza Formaggi è guidata da Alberto e Dante Mantegazza con l’ausilio del nipote, Nicolò. Un sogno nel cassetto? La produzione del taleggio made in Varese. La giornata è proseguita a Cantello nell’azienda agricola a conduzione familiare che da anni produce asparagi di qualità. Più di un ettaro e mezzo di terreni coltivati (pari a 6 chilometri lineari) dove Giacomo Mazza e la moglie con dedizione e professionalità coltivano, preparano, confezionano e consegnano oltre 200 quintali di ortaggi ogni anno. Un impegno importante che vede per i 60 giorni di maturazione (primi di aprile fine maggio) oltre 18 collaboratori impegnati. Una qualità importante e molto richiesta che richiede un impegno straordinario e alti costi di lavorazione. Giacomo Mazza e i suoi collaboratori ogni mattina alle 4 iniziano il lavoro di scopritura delle coltivazione dai teli installati, il pomeriggio raccolgono e la sera ricoprono le coltivazioni con i teli (gli asparagi di Cantello crescono sotto terra).

«A nome delle istituzioni esprimiamo il massimo supporto a queste aziende – hanno dichiarato Senaldi e Magrini -, siamo molto contenti di aver fatto visita a due realtà talentuose». Il presidente di Aime De Falco ha riconfermato la stretta connessione tra imprese, associazione e istituzioni «nella valorizzazione delle nostre eccellenze».