«Artigiani aperti al cambiamento»

La Prealpina - 12/06/2017

Sarà Luca Mambretti il nuovo presidente della Confederazione nazionale dell’artigianato di Varese. L’odontotecnico varesino, 57 anni, professore di laboratorio all’università dell’Insubria, è stato indicato ieri durante l’assemblea annuale che ha visto chiudere il doppio mandato di otto anni della presidenza di Franco Orsi: «Il mondo sta cambiando», ha affermato la nuova guida di Cna durante l’incontro organizzato a Ville Ponti, «e ci aspetta una sfida importante con generazioni di giovani e imprenditori che stanno vivendo momenti di disagio attorno al lavoro e al futuro. Il nostro compito sarà quindi di aiutare gli artigiani nel cambiamento legato specialmente alla connessione, a internet e a un nuovo modo di comunicare».

Mambretti porterà il bagaglio di esperienza con cui è riuscito, da semplice garzone, a creare un’impresa con quindici dipendenti, un laboratorio a Varese e uno studio a Malnate: «In pochi anni», ha aggiunto il nuovo numero uno dell’associazione, «siamo passati dal telefono fisso alla multimedialità e, in più, gli artigiani devono ormai guardare al mercato mondiale e non soltanto localizzarsi. Il mio obiettivo è quindi di sviluppare ulteriormente questa vocazione».

Per un presidente che arriva ce n’è stato uno che si è congedato dopo otto anni di impegno nell’associazione che oggi conta 1.800 aderenti a livello provinciale: «Sono stati anni pesanti», ha affermato Franco Orsi nella sua relazione, «perché appena mi sono insediato è iniziata la crisi economica più dura mai vissuta negli ultimi anni. Un periodo da cui stiamo lentamente uscendo e in cui siamo riusciti comunque a tenere duro. Ci siamo impegnati particolarmente nella formazione ad alto livello e quindi nell’internazionalizzazione e nella digitalizzazione, trasversalmente sui vari mestieri. Anche l’ultimo progetto è in dirittura d’arrivo, con la fusione dei vari consorzi confidi provinciali con quelli della Lombardia e del Veneto, per creare una realtà più solida. Insomma, nonostante i cambiamenti di questi anni, lascio una realtà in buona salute e, soprattutto in buone mani». Accanto a Mambretti ci saranno Giovanni Binaghi, che sarà anche vice presidente vicario, oltre a Fausto Franchi, Davide Rabaioli e Samuele Puricelli a completare l’organismo di presidenza.

Inoltre la fase elettorale della giornata ha visto innanzitutto l’elezione del Consiglio territoriale, che consta di quindici portavoce di mestiere, rappresentanti delle varie attività merceologiche sul territorio, il rappresentante dei pensionati Cna, un rappresentante del gruppo giovani, una del gruppo donne e altri tredici membri rappresentanti le realtà territoriali.