Arriva in città il CineBici Festival Per unire l’arte all’attività sportiva

La Provincia Varese - 07/06/2017

La magia dei Giardini Estensi a inizio estate ha il potere di unire cinema e ciclismo, trasformando un cicloraduno nel debutto di un nuovo festival cinematografico, dove la Tre Valli Varesine diventa il set di un thriller asiatico e la cronaca nera del ciclismo un racconto da svelare sotto le stelle prima di partire per posti lontani, pedalando in sella o con la fantasia. Tutto questo è «CineBici Festival», la manifestazione in programma dal 19 al 24 giugno in città, nata in occasione del Cicloraduno nazionale promosso Ciclocittà-Fiab Varese. L’evento, firmato dall’associazione Cortisonici si intreccia al progetto «Belvedere a Varese città giardino: alla scoperta di paesaggi inediti, arte e cultura», sostenuto dal Comune di Varese e promosso nell’ambito dell’iniziativa regionale «L’anno del turismo lombardo e le capitali d’arte – Progetto Cult City». «Dai primi mondiali di ciclismo a Varese nel 1951 a quelli del 2008 e la consuetudinaria Tre Valli Varesine, il prestigio della città è legato al mondo della bicicletta che ora si racconta attraverso il cinema. Si comincerà lunedì 19 giugno con la cena di inaugurazione organizzata da Ciclocittà seguita dalla proiezione del documentario di Jorgen Leth «Una domenica all’inferno», sulla celebre Parigi-Roubaix del 1976, una delle corse più impervie ed emozionanti. Le storie maledette di Pantani e di Amstrong saranno invece protagoniste della serata successiva attraverso l’incontro con il giornalista Leo Turrini, autore del libro «Il Pirata e il Cowboy» e, a seguire, il documentario del premio Oscar Alex Gibney «The Armstrong lie», sulla vicenda doping che coinvolse Lance Armstrong durante il suo ritorno nel mondo del ciclismo. La serata centrale del festival, quella di mercoledì 21, sarà invece dedicata alla Tre Valli Varesine con la partecipazione del patron della corsa Renzo Oldani e la proiezione, in anteprima nazionale, di «To the fore», il film campione di incassi in Asia girato dal famoso regista hongkonghese Dante Lam anche qui, nel Varesotto, durante la Tre Valli del 2014 che ha conquistato la troupe (nella pellicola i protagonisti sono in sovrimpressione a immagini reali e così nel film compaiono personaggi noti, dai campioni di allora al governatore Bobo Maroni). Il concerto in programma giovedì sera con il blues funky di Francesco Piu Duo sarà alimentato con energia cinetica prodotta pedalando e infine, sabato, Gianni Spartà presenterà il suo libro «Dimmi perché parti», in Piazza del Podestà. Durante il festival – assicura l’assessore allo sport Dino De Simone – troveremo anche un momento per illustrare le progettualità sul cicloturismo in provincia di Varese finalizzata alla valorizzazione del nostro capitale naturale».