Anno dolcissimo per il cioccolato varesino

La Prealpina - 17/01/2018

Buone notizie per il cioccolato svizzero-varesino che, grazie allo storico stabilimento di Induno Olona, diffonde il suo inconfondibile aroma fra il capoluogo e la Valganna: per la prima volta il Gruppo Lindt & Sprüngli raggiunge la cifra record di fatturato di 4 miliardi di franchi svizzeri. Lo annuncia una nota dell’azienda. Il fatturato si attesta a 4,088 miliardi, registrando un incremento del +4,8%. I dati aggiornati parlano di una crescita organica delle vendite pari a +3,7%, +5,9% senza Russell Stover e di un incremento delle vendite nel mercato europeo con +6,2% e del + 12,4% nel resto del mondo. Il fatturato dei negozi mondiali a marchio raggiunge la cifra record di mezzo miliardo di franchi svizzeri. Si guadagnano quote di mercato nella maggior parte dei mercati.

Un momento dolce anche per l’Italia: l’unico centro produttivo è proprio quello di Induno, dove lavorano 700 persone, 500 addetti alla produzione e 200 impiegati. La fabbrica esporta oltre il 70% della produzione, contribuendo considerevolmente allo sviluppo dei negozi a marchio Lindt. Di recente è stato inaugurato il 46° Lindt Shop, nella centralissima Piazza Maggiore a Bologna. Il presidente Antonio Bulgheroni è un volto noto anche per il suo impegno nel territorio, mentre Fabrizio Parini, da 21 anni nel Gruppo, dal 2009 è Ceo di Lindt Italia.