Angera Online il nuovo sito web, vetrina del turismo

La Prealpina - 05/05/2016

Eventi, guide, collegamenti: è online da inizio mese il nuovo portale turistico della città di Angera, www.angera.it, che si prefigge di diventare un punto di riferimento per promuovere il territorio, a livello locale e non solo. Il nuovo portale turistico culturale dedicato alla città sul lago è collegato anche al neonato Museo Diffuso.

Nel frattempo il sito web, e il nuovo ufficio del turismo, che sorgerà all’imbarcadero, potranno essere volano per la promozione della zona a 360 gradi, ad esempio nel caso di grandi eventi in territori limitrofi.

Lo segnala il sindaco Alessandro Paladini Molgora che smentisce così voci che indicavano il Comune come contrario a dare un contributo alla vicina Arona durante la manifestazione di inizio luglio prossimo in cui si esibiranno le frecce tricolori.

Il primo cittadino chiarisce una volta per tutte di non aver potuto dare un contributo economico al Comune piemontese a causa delle scarse risorse economiche a bilancio e di aver preferito mantenerle per le associazioni locali. Ci sono altri modi per collaborare: e la nuova ubicazione della sede turistica, unita al nuovo sito web, potrebbe essere strategica in questo senso.

«Sia sul portale internet che nel nuovo ufficio del turismo, abbiamo confermato di essere a disposizione per promuovere questo evento e tutte le iniziative future. Ho già comunicato al sindaco Alberto Gusmeroli la mia disponibilità a questo tipo di supporto alternativo. In passato ci avevamo pensato anche a noi ad organizzare un evento simile, ci era sempre sembrato un bel progetto, ma a quei tempi ci era stato comunicato che non c’erano spazi aerei sufficienti. Il primo che ci avvisò di questo limite fu proprio Gusmeroli. Ce lo siamo ricordati ieri al telefono. Sarebbe assurdo pensare che Angera possa non essere a favore di un’iniziativa così. Anche per la logistica e i parcheggi ci renderemo disponibili a una collaborazione». Arona insomma, fa sapere Angera, non resta sola. Resta da capire come reagiranno però i gruppi ambientalisti del territorio, visto che nelle vicinanze c’è un’area protetta, l’oasi della Bruschera. Sarà interessata dai sorvoli? E potrebbe causare danno alle specie che la abitano? «Gusmeroli – risponde Molgora -mi ha chiarito che la manifestazione si svolgerà da sud a nord solo sul lago».