Angera – La Canottieri al porto Asburgico

La Prealpina - 05/03/2020

– La società sportiva pluridecorata Canottieri De Bastiani avrà presto la nuova sede nelle vicinanze del porto Asburgico. Si tratta di un’area dismessa di un cantiere nautico che il Comune ha acquistato negli scorsi anni. Il progetto definitivo è stato redatto dall’architetto Gianluca Ritucci di Sesto Calende e prevede un nuovo spazio pensato appunto per lo svolgimento dell’attività di canottaggio. Questa attività oggi è collocata nelle vicinanze del campo sportivo comunale con una serie di problematiche che la rendono inadatta. Il progetto prevede la realizzazione di una sala attrezzi e palestra di circa 80 metri quadrati per le attività fisiche invernali che nello stesso tempo, se necessario, si trasforma in sala riunioni e attività della Canottieri. I servizi sono dimensionati per un’affluenza promiscua e comunque divisi per sesso, uomini e donne; ci saranno quindi gli spogliatoi, armadi, spazio docce, wc, bagno specifico completo per disabili, e un porticato esterno per il rimessaggio coperto delle barche. Il fabbricato sarà una struttura portante in calcestruzzo armato con pareti intonacate, la copertura con struttura in legno lamellare e manto di copertura in pannelli prefabbricati in alluminio preverniciato. La pavimentazione è prevista in doghe di legno sia all’esterno, sia all’interno. Il progetto è già stato approvato dalla Commissione paesaggio del Comune di Angera, presieduta dall’architetto Michele Mazzetti; nel parere positivo si legge che «la soluzione progettuale nel suo insieme dal punto di vista percettivo risulta leggera inserendosi in modo coerente nel contesto ambientale e non contrasta con l’ambiente tutelato». Il sindaco di Angera Alessandro Paladini Molgora spiega «che il progetto fa parte di un Piano integrato d’intervento di un privato che oltre a pagare la nuova sede della Canottieri De Bastiani realizza a suo carico il tratto di pista ciclopedonale che si sta completando in questi giorni dopo uno stop del cantiere a causa del passaggio del tracciato su una zona boschiva che ha richiesto una serie di autorizzazioni da parte della Provincia di Varese. La scelta di collocare la nuova sede al porto Asburgico è dei dirigenti e degli atleti della Canottieri De Bastiani: in quella collocazione c’è il lago, si può posizionare un cancello e il pontile. Inoltre la sede futura è in linea col campo gara e sarà vicina agli attracchi per le gare»