Angeli del cielo: 696 missioni Emergenze e antiterrorismo

La Prealpina - 04/11/2016

Nell’ultimo anno solare si sono alzati in volo 696 volte, per una media di quasi due missioni al giorno. Sono i piloti del Secondo reparto volo, il servizio aereo della polizia di Stato che dal 1972 ha la sua base operativa a Case Nuove di Somma Lombardo, a ridosso delle piste di Malpensa. Al comando c’è il vicequestore aggiunto Luca Nardiello. Si muovono tra la Lombardia, il Piemonte, la Liguria e la Valle d’Aosta, il loro ambito di competenza, pronti a intervenire a ogni emergenza.

In provincia di Varese rappresentano un prezioso alleato in più per la sicurezza che altre zone d’Italia non possono vantare. Un beneficio a cascata provocato dalla presenza di un aeroporto intercontinentale. Dall’alto vigilano, presidiano, controllano. E mentre decollano perché c’è bisogno del loro intervento a Torino, Genova o Aosta, osservano il territorio e le sue dinamiche, segnalando al personale di terra anomalie, movimenti sospetti, potenziali pericoli. C’erano loro, per esempio, soltanto sei giorni fa sul crollo del ponte sopra la statale 36 di Lecco. Fondamentale è stato l’aiuto degli elicotteristi di Case Nuove per portare sul posto uomini e mezzi, ma soprattutto per coordinare dall’alto la circolazione letteralmente impazzita sia in superstrada sia sulle arterie secondarie.

Hangar a Case Nuove

Negli hangar di Case Nuove ci sono tre elicotteri AB212 e ben quattro P68 Observer, bimotori da sei posti che superano i 300 chilometri orari di velocità. Negli ultimi tempi questi aerei vengono sempre più utilizzati per il trasporto sanitario di plasma e organi, soprattutto con destinazione Veneto. Sono operazioni complesse in cui un minuto in più può fare la differenza. «L’A4 è sempre congestionata – spiegano al Secondo reparto volo – e nonostante le sirene spesso le ambulanze arrivano troppo tardi perché rimangono bloccate nel traffico. Così entriamo in azione noi, portando a destinazione l’organo da trapiantare o l’équipe medica».

Circa un terzo dell’attività annuale del Secondo reparto volo è dedicata a missioni di vigilanza stradale (190 negli ultimi dodici mesi) in stretta collaborazione con le volanti in servizio. La polizia aerea è la prima ad arrivare in caso di incidente, la prima a capire cosa sia successo e l’unica in grado di coordinare le operazioni, godendo della sua visuale privilegiata. Per le gare ciclistiche, come la Tre valli varesine o l’handbike di Somma Lombardo per il trofeo “Mariangela con noi”, l’elicottero è un alleato fondamentale per tenere il percorso sgombro da automobili e potenziali pericoli. Stesso copione per i servizi di trasporto e scorta di sicurezza.

Straordinari per Expo

Nel 2015 la polizia aerea di Case Nuove ha dovuto fare gli straordinari a causa del continuo arrivo di capi di Stato e delegazioni a Expo. Ma anche lo scorso 12 maggio non è stato semplice gestire dall’alto centinaia di pullman pieni di tifosi spagnoli atterrati a Malpensa (130 voli in due giorni) per assistere alla finale di Champions League a San Siro.

Il Secondo reparto volo si alza da terra anche ogni volta che dallo scalo varesino decolla un aereo della El Al, compagnia israeliana soggetta ai rigidi protocolli dell’antiterrorismo. Nel bilancio degli ultimi dodici mesi compaiono 54 missioni di ordine pubblico (manifestazioni, scioperi, grandi eventi di massa) e 16 di polizia giudiziaria, con azioni repressive ad alta specializzazione in caso di rapine, sgomberi o perquisizioni, come i blitz all’alba nei presunti covi dei latitanti. Il reparto è composto da 65 uomini, di cui 50 naviganti. Di questi 10 sono piloti di elicottero, 9 di aereo, 25 sono specialisti che si occupano della manutenzione dei velivoli oltre a essere parte integrante degli equipaggi di volo.