Andrea Della Bella e Walter Capelli: un libro racconta bellezze e golosità del Varesotto

Altra Testata - 23/11/2018

MALPENSA24

Varese land of food – Metti un paesaggio nel piatto. E’ il titolo di un libro che viene presentato a Ville Ponti di Varese venerdì 23 novembre alle 18,30. Un libro bellissimo, e non lo diciamo per ingraziarci gli autori, il giornalista di Malpensa24 Andrea Della Bella e il fotografo Walter Capelli: di salamelecchi tra colleghi non c’è proprio bisogno. Anzi, per cercare di apparire a loro subito antipatici, diciamo che gli anglicismi un po’ci disturbano, magari fanno tendenza ma rischiano di confondere i lettori e, poi, scusate, l’italiano è la lingua più bella del mondo. Punto. Varese terra di cibo o di cibi avrebbe reso ancora maggior merito all’impegno di sommare alle bellezze del Varesotto le golosità della cucina, il tutto raccontato con splendide immagini e con altre realizzate con astuzie fotografiche che sconfinano nell’immaginifico.

della bella capelli varesotto

Ribadiamo: il libro è bellissimo. In tanti anni di marciapiede giornalistico c’è capitato di rado di imbatterci in simili lavori. Il volume propone spettacolari fotografie della nostra terra, realizzate da fotografi non professionisti ma con una professionalità tale da far arrossire i più attrezzati rappresentanti della categoria. Andrea Della Bella correda le istantanee con ampi commenti, mai distaccati, mai banali, quasi a compendio di una sintonia tra fotografo e scrittore che produce, in chi guarda e legge, più di una emozione.

D’accordo, si gioca in casa. Ma non è così scontato che si riesca ad apprezzare sempre e comunque certi aspetti paesaggistici che sfuggono a chi, come noi, prende la vita per il collo e non si sofferma a percepirne i contorni. Nonostante si sia nati e si viva nel bel mezzo di un quadro d’autore realizzato dalla natura. Ecco, se questo libro ha un merito, assieme a tanti altri, è quello di invitarci, quasi di obbligarci, a gustare, sì a gustare, il Varesotto e la sua poesia. Che si allarga poi, la poesia, nei piatti e nelle ricette proposte da ristoratori, cuochi e artisti ai fornelli che dir si voglia, trovati e conosciuti un po’per caso e un po’per scelta. Approdi culinari altrettanto suggestivi, come i paesaggi, corredati da fotografie dei protagonisti in cucina costruite con una abilità sorprendente. Scherzi per la vista, ci verrebbe da dire. Un viaggio dentro fantasia e iperboli visive che Walter Capelli ci regala quasi fosse una strenna natalizia.

della bella capelli varesotto

Infatti, Natale si percepisce già nell’aria in tutta la sua prorompente dolcezza. E il libro ne è a suo modo un’anticipazione festosa. E, appunto, poetica. Per i cultori del bello e del buono si tratta di un’occasione da non perdere. Magari per un regalo, perché no. Ma sì, facciamo smaccata pubblicità a Andrea e Walter. Se la meritano, al punto che per l’esito prezioso e inusitato della loro fatica perdoniamo loro persino quelle tre parole da esterofili nel titolo.