Amazon a MalpensaAereo a Cargo City

Amazon atterra a Malpensa, consacrando la propria posizione dominante in Italia per il commercio on line e dando ulteriore lustro alla Cargo city di Lonate Pozzolo. Sui piazzali a sud-ovest delle piste di Malpensa, già oggi, transita il 55 per cento delle merci che viaggiano via cielo da e per l’Italia, ma la percentuale è destinata ad aumentare con la presenza sempre più radicata dei maggiori player mondiali nella movimentazione delle merci.

Dopo l’arrivo di Dhl risalente a due anni fa e il nuovo hub ultratecnologico di FedEx – soltanto per citare gli ultimi due eventi che hanno contribuito al rinascimento della Cargo city dopo il periodo buio innescato con la crisi del 2009 – ora arriva una delle

piattaforme di vendita on line più utilizzate al mondo, talmente potente ormai da avere una propria compagnia aerea, la Prime air. Almeno inizialmente, però, Amazon non sbarcherà a Malpensa direttamente con il proprio vettore, ma sarà la Asl France – con cui ha stretto un legame di forte collaborazione specialmente per il mercato europeo – che volerà con dei Boeing 737 per conto di Amazon. Dettagli tecnici che non mutano la sostanza della indiscrezione svelata da Aeroporti Lombardi nei giorni scorsi e ora ufficializzata dallo schedulato aeroportuale. L’avvio delle operazioni sarà tra esattamente sette giorni, con un volo giornaliero dal lunedì al venerdì in arrivo da East Midland (nel cuore dell’Inghilterra) alle 9.15 e ripartenza un’ora più tardi. Del resto Amazon, spiega Aeroporti Lombardi, ha appena aperto un nuovo centro di distribuzione italiano a Vercelli – da affiancare al quartier generale italiano sorto alla periferia di Piacenza – che come sigla interna è stato chiamato Mxp3, segnale evidente che punta ad avere come riferimento lo scalo varesino per tutto il traffico aereo.

Prosegue nel frattempo il momento d’oro per il settore merci in aeroporto, un segmento che ha iniziato la ripresa molto prima del traffico passeggeri e che ancora non sembra voler fermare la sua spinta propulsiva. Dal 2012, infatti, la crescita annuale oscilla attorno al 10 per cento, percentuali incredibili se si considera che erano tali anche quando gli indici nazionali non davano segnali di ripresa per l’economia italiana. Soltanto lo scorso agosto (ultimo dato ufficiale) sono transitate dalla Cargo City 40.378 tonnellate di merci, pari all’11,3 per cento in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Il dato progressivo dei primi otto mesi del 2017 mostra invece una movimentazione pari a 393.349 tonnellate, addirittura in aumento del 12,1 per cento rispetto ai primi due quadrimestri del 2016. L’arrivo di Amazon, è una certezza, aiuterà Malpensa a fare un ulteriore balzo in avanti.