Alternanza scuola-lavoro e cultura Gli studenti in campo per il loro futuro

Bonus cultura, servizio civile, alternanza scuola lavoro: questi i tre temi che hanno monopolizzato l’assemblea di istituto di ieri mattina del liceo Cairoli svoltasi in sala Pigionatti presso il Collegio De Filippi, e che ha visto ospiti degli studenti Luca Marsico, Alessandro Alfieri e Daniele Zanzi. Un’assemblea che aveva lo scopo di presentare i candidati al consiglio d’istituto e alla consulta provinciale studentesca, organo che mette in raccordo i diversi istituti superiori della provincia e ha la facoltà di portare istanze presso le istituzioni: le elezioni dei rappresentanti si terranno la mattina di venerdì 20 ottobre, e proporranno Viola Santini e Matteo Braga, III A, per la consulta studentesca e Stefano Cadoni, III A, Aurora Torregrossa, III F, Allegra Maré, IIF, Alessandro Bossi, I E, per il consiglio d’istituto. «L’idea – spiega Cadoni, il veterano della compagnia essendo rappresentante uscente e nuovamente candidato per l’ultimo anno – è stata quella di suddividere la mattinata in due momenti: nel primo abbiamo raccontato le nostre proposte di lista, che quest’anno concretizzeranno una serie di eventi culturali fra cui gli aperitivi aperti alla cittadinanza con un ospite illustre; nel secondo abbiamo invitato due voci varesine contrapposte dal consiglio regionale che hanno intavolato un dibattito costruttivo intorno ad alcuni argomenti cari al mondo giovanile e studentesco». Il pathos non manca ai cairolini quando devono dire la loro: e così è stato nel post dibattito fra Marsico e Alfieri, quando è affiorato dalle domande dei ragazzi il tema particolarmente caldo del rischio dello sfruttamento e dell’utilizzo distorto dell’alternanza scuola lavoro. «In Provincia – ha sottolineato Alfieri – si è recentemente costituito un tavolo di lavoro con la Camera di Commercio, le associazioni di categoria, l’ufficio scolastico regionale, la prefettura per vigilare affinché ciò non avvenga». Quanto al bonus cultura (500 euro per i neo18enni esteso anche nel 2017), gli studenti hanno riferito di apprezzarlo molto ma, anche, che non sarebbe attualmente spendibile in tutte le librerie varesine: i due consiglieri regionali hanno promesso di interessarsi al caso. È poi giunto, portando i saluti istituzionali, il vicesindaco Daniele Zanzi, che ha ricordato le infuocate assemblee studentesche che ai tempi in cui era studente del Cairoli si svolgevano nella palestra di via Verdi: «A 18 anni siate incendiari, non pompieri» ha raccomandato con un saluto affettuoso agli studenti di quella «stella polare per la cultura varesina che è sempre stato il Cairoli»