«AlpTransit importante anche per i passeggeri»

La Prealpina - 21/11/2016

A poche settimane dall’entrata in esercizio del tunnel del Gottardo, ieri mattina a Luino il sindaco Andrea Pellicini ha risposto alle domande del giornalista Ezio Motterle su AlpTransit e il futuro dei territori attraversati dalla linea ferroviaria. Il sindaco Pellicini ha dato al progetto un voto che attualmente si ferma a cinque e mezzo e ha spiegato le ragioni di questa sua votazione: «AlpTransit è un progetto importante per i traffici commerciali ma non dobbiamo dimenticarci dei passeggeri. Fondamentali saranno le opere compensative sul fronte italiano ma anche l’ampliamento del progetto: penso ad esempio alla lunga galleria tra Luino e Cadenazzo che sarebbe significativa per il completamento di AlpTransit».

Il sindaco ha puntato l’attenzione sull’importanza del mantenimento e potenziamento della linea dedicata ai passeggeri: «L’aumento del passaggio dei treni merci (che saranno anche più lunghi rispetto a quelli che circolano ora) è un tema su cui mantenere alta l’attenzione, chiedendo sempre garanzie di sicurezza. Tuttavia potrebbe rappresentare anche un volano per i treni passeggeri: la linea non verrebbe abbandonata e quindi anche il traffico civile potrebbe guadagnarci. Per mantenere alta l’attenzione anche sui treni passeggeri serve quindi una forte azione politica a livello sovraccomunale». Per quanto riguarda il fronte delle opere compensative da realizzare sul versante italiano, il sindaco ha spiegato: «Nel 2017 il tratto ferroviario tra Luino e Gallarate subirà uno stop di 6 mesi per lo svolgimento dei lavori di adeguamento della tratta. Inoltre è prevista la realizzazione di un sottopasso tra l’area Ex Visnova e via XXV Aprile per evitare che la città resti divisa in due dal passaggio a livello chiuso». Da parte dei presenti, domande sul versante sicurezza: alcuni esponenti della sezione luinese del Movimento 5 Stelle hanno chiesto lumi su quali tipi di sostanze verranno trasportate sui treni merci, sulla tipologia e qualità dei controlli che verranno effettuati a garanzia delle sicurezza e sull’esistenza di un piano di valutazione ambiatale circa il passaggio dei treni. Domande tecniche che non hanno trovato risposta nella conferenza di ieri: il sindaco si è comunque riservato, alla luce dell’importanza del tema, di affrontare la tematica all’interno di un tavolo di confronto sovraccomunale che verrà istituito entro la fine dell’anno e alla quale Pellicini ha invitato anche gli esponenti grillini che in sala avevano preso la parola per avere informazioni dettagliate sulle merci trasportate dai treni. Pellicini ha sottolineato la collaborazione con il vicino Gambarogno e la presenza di un assessorato dedicato all’argomento: in sala c’è chi ha chiesto un maggiore dibattito su un tema tanto importante, lamentando come fino ad ora non ci siano state reali occasioni di confronto pubblico in materia di trasporto ferroviario e opportunità e rischi di AlpTransit.