Alitalia vola in Australia E Malpensa ci guadagna

Da Malpensa all’Australia anche con Alitalia o meglio con Virgin Australia, compagnia con la quale il vettore un tempo tricolore ha siglato un accordo di codeshare. Disponibile sui sistemi di vendita dal 15 aprile, l’intesa consentirà ad Alitalia di ampliare la rete internazionale applicando il suo codice di volo “AZ” ai voli di Virgin Australia da Abu Dhabi verso Sydney e in coincidenza con Brisbane. Allo stesso modo, la compagnia australiana applicherà il suo codice “VA” (fatto salvo le autorizzazioni governative) ai voli giornalieri di Alitalia da Abu Dhabi verso Roma e Malpensa, aumentando la presenza in Europa. «L’intesa fra le compagnie porterà anche importanti vantaggi ai soci dei programmi di fidelizzazione delle compagnie», informano da Alitalia. Malpensa ringrazia per l’opportunità che va ad aggiungersi agli altri collegamenti con il continente australiano operati da altri vettori. Intanto ci si domanda se Alitalia stia avendo qualche ripensamento sulla propria presenza nello scalo della Brughiera. Intanto è stato ideato il servizio di minibus navetta da 9 posti tra Linate e Malpensa che sarà attivo da lunedì per garantire un trasferimento veloce via terra ai passeggeri che acquistano un biglietto per un volo Alitalia o in codeshare con compagnie partner, con arrivo a Linate e prosecuzione sui voli di lungo raggio in partenza da Malpensa, e viceversa. Servizio che sarà disponibile tutti i giorni della settimana per un totale di sei corse giornaliere andata e ritorno. Un servizio completo poiché il passeggero riceverà le carte di imbarco per l’intero itinerario, sia per il volo in arrivo a Linate sia per quello successivo in decollo Malpensa all’aeroporto di partenza. Nel frattempo John Shepley, Chief Strategy and Planning Officer di Alitalia, torna sulla novità di volare con codice “AZ” fino alla terra dei canguri. «In Australia vivono circa un milione di persone con origini italiane. Ci auguriamo che questo nuovo accordo spinga un numero sempre maggiore di viaggiatori, soprattutto fra amici e parenti, ad accorciare le distanze fra questi due grandi Paesi». E continua: «Grazie a questo accordo aumenteranno i turisti australiani in visita in Italia. Peraltro gli orari dei voli in partenza da Abu Dhabi sono programmati in modo da agevolarele coincidenze per i passeggeri diretti in Italia. E i vantaggi per i soci dei programmi frequent flyer saranno un ulteriore incentivo».