Al Sacro Monte con il busCartelli per avvisare i turisti

La Prealpina - 17/11/2017

“Varese si muove” raggiunge un nuovo obiettivo in termini di fruibilità. È stata infatti posizionata in questi giorni lungo il percorso degli autobus della linea C la segnaletica indicante che ogni fermata è un punto attraverso cui è possibile prendere l’autobus e raggiungere la funicolare e il Sacro Monte.

«Stiamo valorizzando tutti i luoghi di interscambio affinché chi arriva in città, pensiamo per esempio ai turisti, dalle stazioni capisca che quella non è una fermata qualunque ma che da lì è possibile raggiungere una delle mete più ambite della nostra zona», spiega l’assessore alla Mobilità Andrea Civati. «Il tema dell’accessibilità – prosegue – resta sempre centrale e su questo abbiamo lavorato col trasporto pubblico locale. Anche nei giorni in cui la funicolare non è in funzione, resta così sempre evidente che da lì è comunque possibile raggiungere la Prima Cappella, la Via Sacra e il borgo». Altra novità: il Comune sta in questi giorni posizionando nelle zone soggette al piano della sosta dei cartelli informativi generali che hanno la finalità, in maniera chiara ed intellegibile, e dunque in modo più testuale e meno simbolico, di riassumere le regole della sosta, area per area. Sono previsti dal codice della strada e servono a far sì che siano più facilmente comprensibili le differenze e le convenienze tra una zona e altra: «Chi deve parcheggiare – conclude Civati – può fare il calcolo di dove sia per lui più conveniente, sapendo per esempio che, a parità di tempo di sosta, può essere meglio lasciare la macchina in via Solferino piuttosto che in via Carrobbio. Tutto ciò va dunque in un’ottica di maggiore chiarezza: dare più informazioni possibili serve per il risparmio del cittadino e dunque, in definitiva, va a beneficio della città».