«Aiutateci a snellire la burocrazia»

La Prealpina - 02/02/2017

«Le idee dei professionisti per crescere e migliorarci». L’invito è rivolto a ingegneri, architetti, agronomi e più in generale tutte le professioni che hanno a che fare con gli uffici dell’Urbanistica. È stato lanciato ieri – l’invito – con un manifesto appeso in municipio: l’appuntamento, per dare appunto suggerimenti, è fissato per giovedì 16 febbraio, ore 17.30, nella sala matrimoni di Palazzo Estense. Ecco come viene illustrato l’obiettivo della riunione: «Al fine di recepire, all’interno della riorganizzazione dello sportello unico dell’edilizia, qualificati e opportuni suggerimenti per rendere il servizio sempre più efficiente». L’iniziativa è del sindaco Davide Galimberti e dell’assessore all’Urbanistica, Andrea Civati; risponde all’esigenza di aprire il più possibile alla partecipazione della città, come sta avvenendo per il nuovo Pgt (piano di governo del territorio). Nel caso specifico, l’apertura è ai professionisti che si occupano di edilizia.

Che tipo di suggerimenti si aspetta l’Amministrazione comunale? Innanzitutto, capire come possano essere rese più snelle – nel rispetto della legge – le procedure relative al deposito di atti e al rilascio delle autorizzazioni. Meno burocrazia senza intaccare i principi di trasparenza, correttezza e uguaglianza di tutti gli utenti.

È la prima volta, la prima in veste di assemblea a Palazzo, che gli studi professionali vengono chiamati a contribuire al miglioramento di un ufficio, di un’area amministrativa che ha contatti col pubblico. E in effetti, come sottolinea lo stesso assessore Civati, chi meglio di loro – architetti, ingegneri – può esporre le problematiche legate al doversi rapportare con uno sportello comunale. Ecco alcuni atti che richiedono la tappa a Villa Baragiola, sede dell’Urbanistica: deposito di copia cartacea dei progetti al fine di conseguire il permesso di costruire; comunicazioni di inizio e fine lavori; istanze di destinazione urbanistica. Lo sportello unico dell’edilizia fornisce inoltre informazioni e i moduli per le richieste, consente la consultazione di pratiche edilizie.

Nel frattempo, prosegue l’iter di revisione del Pgt. Le linee guida in materia di ambiente verranno illustrare nel prossimo Consiglio comunale.