Aeronautica Le eccellenze lombarde a Le Bourget Per fare rete e allacciare rapporti

La Provincia Varese - 22/06/2017

Una fiera internazionale del calibro di Le Bourget dove 13 imprese del Lombardia Aerospace Cluster sono presenti in questi giorni è davvero una grande occasione che le imprese, tra cui sette varesine, stanno cogliendo appieno. E non solo per fare importanti incontri di business, scambiare di biglietti da visita tra imprese, selezionare contatti per possibili futuri contratti, ma anche un’occasione importante per allacciare rapporti più stretti con le proprie istituzioni. Sono infatti tanti i nomi istituzionali che in questi giorni stanno facendo visita allo stand lombardo dell’aerospazio, tra cui il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti e il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni: «Come Governatore sostengo gli sforzi delle imprese per rimanere competitive nel mondo – ha dichiarato Maroni – uno sforzo imponente che cerchiamo di aiutare mettendo a disposizione risorse destinate soprattutto all’innovazione e alla ricerca. Ho visto tante novità, segno che le nostre imprese sono capaci di innovare, ed è questo il segreto del loro successo». E proprio da Parigi il Presidente Roberto Maroni ha confermato il sostegno della Regione ad un Cluster, quello dell’aerospazio, considerato strategico per tutta l’economia lombarda, annunciando anche un cambio di passo nelle politiche di supporto dei nove cluster tecnologici riconosciuti dalla Lombardia, compreso, dunque, anche quello aerospaziale: «Penso che sia utile assegnare ad una persona nello specifico la gestione dei nostri cluster. È una proposta che mi è stata suggerita qui a Parigi dalle imprese, mi sembra una buona idea. Quando tornerò voglio incaricare uno dei nostri Assessori di occuparsi in maniera specifica dei Cluster per coordinare il supporto che tutta la Regione, non solo un singolo assessorato, può dare». «Le richieste al governo nazionale – ha spiegato da Parigi Angelo Vallerani Presidente del Lombardia Aerospace Cluster, – sono di un supporto più puntuale all’intero settore aerospaziale. Chiediamo una cabina di regia dell’aeronautica a livello ministeriale per supportare le aziende: le competenze ci sono, le abbiamo sia nei prime contractor nazionali, sia nelle piccole e medie imprese. Quello che manca è un sistema-Paese in grado di accompagnarci sui mercati». E cosa chiede il Lombardia Aerospace Cluster invece a Regione Lombardia? Così il Presidente Angelo Vallerani: «Al governo regionale che ci è sempre stato vicino in questo momento mi sono sentito di chiedere un supporto ancora maggiore». Non tanto in termini di risorse: «Abbiamo bisogno dell’individuazione di una persona di riferimento. Il Presidente Maroni ci ha garantito che al rientro da Parigi identificherà una persona che avrà un ruolo più operativo nell’accompagnamento del cluster anche per l’individuazione di finanziamenti più mirati per le attività di ricerca e sviluppo del comparto»