A Varese e provincia i Play the Games per atleti con disabilità intellettiva: “Dovremmo imparare dal loro entusiasmo”

Parlando di Play the Games, gare sportive riservate ad atleti con disabilità intellettiva, non si può prescindere dal fatto di quanto siano importanti e utili a evidenziare una volta le politiche di inclusione, in una società (la nostra) dove a parole ci spendiamo totalmente ma dove l’emarginazione di soggetti “diversi” rispetto ai normodotati, in realtà è molto più frequente di quanto si possa immaginare.

In tal senso qualcosa sta cambiando (seppur con lentezza).

Basti vedere il grande successo anche mediatico dei recenti Special olympics world games svoltesi ad Abu Dhabi che ha visto la partecipazione di atleti di ben 170 Paesi con l’Italia vera protagonista conquistando 21 medaglie d’oro, 41 d’argento e 45 di bronzo con molti atleti lombardi sul podio.

Un successo ribadito pure da Giulio Velati, Direttore regionale Special Olympics Italia Lombardia, oggi a Varese alla presentazione dei Play the Games con gare di bocce e nuoto, che si svolgeranno dal 5 al 7 aprile tra Vergiate (bocce) e Busto Arsizio (nuoto), con sfarzosa cerimonia di inaugurazione prevista sabato 6 aprile ai Giardini Estensi di Varese alle 18.30 << I giochi di Abu Dhabi sono stati l’apoteosi dell’inclusione-dice con un velo di commozione Velati- in alcune gare era difficile addirittura distinguere atleti disabili da quelli normodotati. Una manifestazione dove l’inclusione diventa qualcosa di reale e non una parola astratta e un pò modaiola. Il nostro obiettivo è quello di inserire nella società civile tutte quelle persone che finora non hanno avuto la possibilità>>.

Giulio Velati

Presentati oggi in Camera di Commercio, i Play the Games varesotti vorrebbero cavalcare l’onda del successo ottenuto nella scorsa edizione svoltasi a Varese, con grande successo di partecipanti e di pubblico.

Varese che tra un anno è chiamata a un’altra grande sfida organizzativa, quella dei Play the Games Nazionali che convoglierà in città circa 3000 atleti oltre a familiari e accompagnatori, impegnati per un’intera settimana di gare di discipline sportive diverse, le stesse tanto per intenderci degli Special Olympics.

Varese per l’anno prossimo dovrebbe essere pronta all’evento con tutti gli impianti sportivi che verranno ristrutturati a dovere, come sottolinea l’assessore allo Sport e Ambiente Dino De Simone <>.

Patrizia Busco ex atleta Special Olympics

Alla presentazione dell’evento anche la 57enne Patrizia Busco, ex atleta Special Oympics che nel 1990 a Glasgow conquistò due medaglie d’argento nel nuoto <>

Soddisfatto della collaborazione anche il sindaco di Vergiate con delega allo Sport, Maurizio Leorato, città dove si svolgeranno le gare di bocce alla Bocciofila Vergiatese <>.

Da segnalare che il prossimo weekend nei Play the Games saranno coinvolte delegazioni di Lombardia, Trentino Alto Adige e Valle D’Aosta, con la particolarità che in questa edizione sono previsti pure giochi riservati ai bambini, come ricorda Valentina Marocco, direttore provinciale Special Olympics Italia Lombardia <>.

Maurizio Leorato sindaco di Vergiate

Insomma una bella festa di sport dove i risultati non contano (medaglie sono previste a tutti i partecipanti pur tenendo conto del podio finale, come accade d’altronde negli Special Olympics) ma dove prevale gioia, amicizia e voglia di stare tutti insieme abbattendo la barriera della disabilità.

Altra bella lezione di vita