A Torino la 26a Convention delle Camere di commercio italiane all’estero

Altra Testata - 04/07/2017

Si incontrerà a Torino, dal 4 al 7 novembre, la rete internazionale delle 78 Camere di commercio italiane all’estero, attive in 54 paesi, con 18mila associati e contatti con oltre 300mila imprese in tutto il mondo. La 26a Convention Mondiale, che prevede quattro giorni di lavori ospitati presso il Centro Congressi Torino Incontra, è organizzata dalla Camera di commercio di Torino e daAssocamerestero, l’associazione delle Camere di Commercio italiane all’estero, con la collaborazione di Unioncamere.

 

Per l’edizione torinese abbiamo fortemente voluto un approccio business oriented, massimizzando i ritorni dell’evento per le nostre imprese interessate ai mercati esteri – ha spiegato Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio di Torino. – Per questo, oltre alla consueta attività congressuale e agli appuntamenti tra delegati e imprese, abbiamo chiesto alle Camere all’estero di invitare a Torino buyer di vari settori, interessati ad incontrare le nostre eccellenze: un momento importante per le imprese piemontesi che possono già oggi iscriversi ai btob. Inoltre, per la prima volta nella Convention, abbiamo organizzato una gara tra i progetti innovativi delle diverse Camere nel mondo, per uno scambio di best practice: in questo momento di riforma del sistema camerale vogliamo conoscere quanto di meglio si fa nel resto del mondo e prenderne spunto. Non solo: terminata la competition, la Camera di commercio di Torino consentirà alle nostre imprese un abbattimento dei costi per partecipare direttamente ai progetti premiati”.

Le Camere di commercio italiane all’estero mettono a disposizione la loro straordinaria piattaforma di business per supportare le imprese non solo nel migliorare la penetrazione commerciale all’estero, ma anche per rendere più stabili e durature queste posizioni e al contempo favorire gli accordi e le collaborazioni commerciali e produttive con le imprese locali, perché siamo una rete fatta da imprenditori, che conoscono quindi “dal di dentro” le esigenze di chi vuole internazionalizzarsi, e siamo anche un network multimercato con una presenza capillare di 78 strutture in 54 mercati” sottolinea Gian Domenico Auricchio, Presidente di Assocamerestero.

La Convention Mondiale fornirà dunque numerose opportunità di business alle imprese. Il programma prevede, infatti, due giornate di lavori associativi (sabato 4 e domenica 5) riservate a Presidenti, Segretari Generali e associati, e, a seguire lunedì 6 e martedì 7, due giorni aperti al pubblico e in particolar modo alle aziende del territorio.