A Porcini l’Oscar del business e della cultura

Un altro riconoscimento per Mauro Porcini, il designer 41enne di Varese fra i massimi dirigenti della PepsiCo negli Stati Uniti. Questa volta il creativo, da tempo residente nella Grande mela ma cresciuto in città, si è aggiudicato “l’Oscar” della Camera di commercio Italia America. L’edizione 2016 del “Business and Culture award” è stata assegnata «per gli straordinari risultati ottenuti nella carriera e per i suoi costanti sforzi per promuovere lo scambio di eccellenze fra le comunità italiana e americana», si legge nella motivazione. Per questo il comitato ha ufficializzato il premio, ritirato mercoledì scorso nella sede dell’ente in Fifth Avenue.

«Sono onorato e particolarmente contento di ricevere questo riconoscimento perché celebra la commistione tra la cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità italiane con quella propria degli Stati Unti d’America, e questo è alla base del mio approccio alla creatività e al business ed è ciò che mi motiva, mi caratterizza e mi ispira ogni giorno, come italiano all’interno di una multinazionale americana», ha sottolineato Porcini. Nato a Gallarate, cresciuto alle Bustecche e formatosi al liceo scientifico “Ferraris” e poi al Politecnico di Milano in Design industriale, dal 2012 è Chief Design Officer della multinazionale PepsiCo, in pratica il numero due di uno dei brand più prestigiosi al mondo. Nel mese di gennaio, aveva ricevuto il “Design – brand leaders award”.