A Malpensafiere il polo della ricerca sul tessile

Il Giorno - 11/12/2021

A Malpensafiere presentato l’altro giorno il nuovo polo di ricerca scientifica e formazione delle giovani generazioni nel settore tessile, progetto che prende il via grazie alla collaborazione tra Camera di cornmercio di Varese e Centrocot di Busto Arsizio. L’accordo prevede la creazione nelle due sale messe a disposizione dalla Camera di commercio di un laboratorio di ricerca dedicato alla sostenibilità ambientale che servirà a trovare nuove soluzioni ecologiche e sostenibili per le aziende tessili e l’utilizzo dello stesso da parte degli studenti dell’istituto tecnico superiore, Its Cosmo, creato da Centrocot insieme a imprese, associazioni e fondazioni in ambito tessile per formare technology sustainability manager. Soddisfazione dopo la presentazione del progetto ha espresso il presidente di Camera di Commercio Fabio Lunghi « Apre lo spazio per la formazione delle giovani generazioni impegnate nel settore Cerini: «Un sogno che si awera» Malpensafiere – ha detto – si sta trasformando, non perderà la vocazione fieristica ma stiamo diventando un importante centro servizi. Per favorire questa trasformazione abbiamo stanziato 1,5 milioni di euro per rinnovare la struttura nei prossimi anni». Per il direttore generale di Centrocot, Grazia Cerini «È un sogno che si avvera, a Malpensafiere realizzeremo il centro dell’innovazione, della ricerca e dello sviluppo. Economia circolare, stampa 3d, nuovi tessuti saranno i terni al centro dei corsi di formazione dell’Its, qui gli studenti verranno ad effettuare parte delle 2 mila ore di corso». II primo corso per sustainability manager partirà il 21 dicembre con le prime selezioni per i 20-25 posti a disposizione. Di opportunità importante ha parlato il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli, «spero che questo progetto porti posti di lavoro in un settore, il tessile, che ha bisogno di tecnici specializzati».