Lavoro e imprese, Camera di Commercio di Varese: aumentano le assunzioni

LuiNotizie - 04/12/2018

Nel trimestre novembre 2018 – gennaio 2019 le imprese della provincia di Varese prevedono di effettuare più di 16 mila assunzioni: a cercare nuovo personale sarà il 21% delle aziende con almeno un dipendente. In Lombardia le nuove occasioni di lavoro sono oltre 246 mila, mentre in Italia superano quota 1 milione e 111 mila.

Sono questi i dati che emergono dall’indagine Excelsior sulle previsioni di assunzione, svolta dalle Camere di Commercio e da Infocamere tramite l’invio di questionari online e interviste telefoniche alle imprese.
A livello nazionale, invece, l’indagine è coordinata da Unioncamere, in accordo con ANPAL, l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Così, in provincia di Varese, nel trimestre preso in considerazione il 32,9% delle assunzioni si concentra nel comparto industriale, con più di 5 mila nuovi contratti annunciati dalle imprese, di cui 930 riguarderanno le costruzioni. La quota di nuovi ingressi nel terziario si attesta a quasi 11 mila, pari al 67,1%. Qui, le nuove assunzioni previste sono circa 2.200 nel commercio2.100 nel turismo e il resto nella categoria altri servizi.

Quanto alla tipologia di contratto, sulle circa 16 mila assunzioni programmate dalle imprese varesine la quota relativa a quelli a tempo indeterminato è pari al 33%, superiore alla media nazionale. I contratti di apprendistato sono invece il 9%, mentre quelli a tempo determinatocontinuano a essere preponderanti con il 53% e i restanti sono altre forme contrattuali, pari al 5%.

La principale area aziendale d’inserimento è quella produttiva, seguita da quella commerciale e di vendite e infine da quella tecnica e di progettazione.
La laurea maggiormente richiesta è quella di tipo economico, mentre tra i diplomi nei primi due posti troviamo quelli di tipo economico-amministrativo e quelli tecnici in elettronica e meccanica.

Infine, nel 32% dei casi verranno richiesti giovani con meno di 29 anni e nel 37% dei casi le imprese segnalano difficoltà di reperimento delle figure desiderate, in ugual misura a causa del numero ridotto di candidati e del loro inadeguato livello di specializzazione.

Intanto, sul tema dell’Orientamento Scuola-Lavoro la Camera di Commercio propone una nuova iniziativa, prevista per mercoledì 5 dicembrenella sede centrale di piazza Monte Grappa. Alle 15 infatti prenderà il via Camera Orienta, laboratori dedicati al mondo della scuola, soprattutto a docenti referenti per l’alternanza e i loro studenti, con l’obiettivo di fornire strumenti concreti per orientarsi al meglio sulle opportunità offerte dal mercato del lavoro.

In particolare, Elena Provenzano, responsabile dell’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio, entrerà nel dettaglio dell’indagine Excelsior e del contesto economico provinciale. Toccherà poi all’economista Pietro Aimetti illustrare i contenuti dell’edizione 2018 della pubblicazione #FailasceltagiustaQuale Scuola per Quale Lavoro, edita dalla Camera di Commercio. A seguire Laura Sala, ricercatrice del Gruppo Clas, parlerà dello Sportello Virtuale dell’Orientamento, uno strumento interattivo online che accompagna i giovani nel passaggio tra livelli e percorsi di studio e da questi al mondo del lavoro.

La partecipazione a Camera Orienta è aperta a tutti gli interessati, bisogna però registrarsi sul sito della Camera di Commercio di Varese.